AttualitàClima

“Se restate qui morirete”: in Oregon migliaia di sfollati a causa degli incendi

Condividi

In Oregon, negli Stati Uniti occidentali, l’ennesima serie di incendi inarrestabili sta costringendo ad evacuare migliaia di persone, che sono costrette a lasciare le loro case in balia delle fiamme.

Un incendio boschivo che si è rapidamente propagato ha infuriato attraverso la boscaglia arida nell’Oregon centro-meridionale per il nono giorno, minacciando quasi 2.000 case e sfollando migliaia di residenti con pochi segni di rallentamento, hanno detto i funzionari.

Classificato facilmente come il più grande degli almeno 10 incendi attivi che bruciano nel nord-ovest del Pacifico, l’incendio si è diffuso per lo più incontrollato dentro e intorno alla foresta nazionale di Fremont-Winema, a circa 250 miglia (400 km) a sud di Portland.

Caldo record in Canada, incendio distrugge la cittadina di Lytton in soli 15 minuti

A partire da mercoledì, le fiamme stavano minacciando 1.926 abitazioni, secondo quanto riferito dal Northwest Interagency Coordination Center di Portland. Quasi 400 di quelle case sono state evacuate, hanno detto i funzionari del dipartimento forestale dell’Oregon. Non sono stati segnalati feriti gravi o decessi.

 


Una fitta coltre di foschia si è depositata sulle cascate di Klamath a sud-ovest, dove la zona fieristica locale è stata trasformata in un centro di evacuazione della Croce Rossa.

Più di 1.300 persone si stanno impegnando per combattere l’incendio, che è il settimo più grande mai registrato in Oregon dal 1900, secondo i dati delle foreste statali.

 

Incendi, il fumo prodotto è più dannoso per l’ambiente degli scarichi delle auto

Arrivato nel bel mezzo di temperature da record in tutto l’Occidente, l’incendio è stato alimentato da un clima caldo, secco e ventoso e da una vegetazione disseccata da una siccità prolungata, una combinazione che ha accelerato la diffusione delle fiamme.

In tutto, 60 grandi incendi hanno consumato più di 1 milione di acri (404.680 ettari) in 12 stati in questa stagione, secondo il National Interagency Fire Center di Boise, Idaho.

 

Russia, torna la paura: migliaia di evacuati per un devastante incendio boschivo

L’anno scorso, dozzine di incendi di fine estate, molti dei quali provocati da temporali con fulmini secchi, hanno ucciso più di tre dozzine di persone e carbonizzato più di 10,2 milioni di acri (4,1 milioni di ettari) in California, Oregon e Washington.

 

 

(Visited 15 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago