AttualitàClima

Sciopero globale per il clima, tutti in piazza il 24 aprile

Condividi

Il 24 Aprile in tutto il mondo i giovani di Fridays For Future scenderanno in piazza contro il cambiamento climatico per il quinto sciopero globale per il clima.

Era l’Estate del 2018 quando una giovane studentessa, Greta Thunberg, decise di scioperare ogni venerdì di fronte al parlamento Svedese per protestare contro l’assenza di politiche concrete volte volte a fermare il collasso climatico. Da allora milioni di ragazzi e ragazze in tutto il mondo si sono uniti a lei e hanno invaso le piazze di ogni continente al grido di #fridaysforfuture e #schoolstrikeforclimate!

Greta Thunberg candidata per la seconda volta al Nobel per la Pace

Verso la data del 5° SCIOPERO GLOBALE in tutto il mondo i giovani di Fridays For Future organizzeranno mobilitazioni e iniziative per denunciare il cambiamento climatico e i suoi responsabili e chiedere risposte immediate. Nella giornata del 24 Aprile con una grande manifestazione in contemporanea con centinaia di Città in tutto il Pianeta!

Greta e Malala insieme ad Oxford, la foto simbolo del coraggio e del cambiamento

Il riscaldamento globale esiste, peggiora di giorno in giorno e ci mette tutti in pericolo. La comunità scientifica ci ha avvertito: abbiamo solo 11 anni per cambiare la rotta, o sarà troppo tardi. L’abbiamo visto con i roghi in Amazzonia e in Siberia. Lo vediamo ogni giorno con alluvioni, temporali, grandinate improvvise e molto di più. La politica se ne disinteressa, il mercato specula e allora a sollevare il problema ci pensano i giovani.

Il 15 marzo in decine di migliaia sono scesi in piazza a Roma per il primo Global Strike, il 19 Marzo è stata accolto Greta Thunberg in Piazza del Popolo con una grande manifestazione e anche il 24 Maggio ed il 27 Settembre sono state inondate le strade della città per dire a gran voce che occorre cambiare il sistema, non il clima!

Clima, il ministro Costa alle Svalbard: “Non c’è più tempo, crisi più veloce delle previsioni”

We are unstoppable, another world is possible!”, è il grido di battaglia delle future generazioni.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago