Sciopero benzinai, al via da oggi a partire dalle ore 19. Tutte le informazioni

Oggi dalle ore 19 al via lo sciopero di 48 ore indetto dai benzinai in tutta Italia. Ma i sindacati sono divisi sulla durata della serrata.

AGGIORNAMENTO DEL 24 GENNAIO 2023, ORE 20:15

I benzinai si spaccano sulla durata dello sciopero. Dopo l’incontro con il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, Fegica e Figisc/Anisa hanno confermato lo stop fino alle 19:00 del 26 gennaio 2023 sulla rete ordinaria e fino alle 22:00 (sempre del 26 gennaio 2023) sulle autostrade. Faib Confesercenti ha deciso di ridurre, invece, a un solo giorno la mobilitazione.

AGGIORNAMENTO DEL 24 GENNAIO 2023, ORE 10:30

Oggi alle 19 sulla rete ordinaria e dalle 22 sulle autostrade i distributori, anche self service, saranno chiusi per due giorni.

Dopo l’incontro tra governo e rappresentanti dei gestori di pompe di carburanti le sigle sindacali hanno confermato lo stop alle pompe di benzina per il 25 e il 26 gennaio. Uno sciopero che però si riduce dalle 60 ore previste in precedenza a 48 ore totali. Le pompe di benzina – compresi i self service – resteranno dunque chiuse dalle ore 19 del 24 alle 19 del 26.

Le ragioni dello sciopero 

Da parte loro i rappresentanti dei benzinai affermano di averle provate tutte per trovare una quadra col governo ma così non è stato. “Stamattina abbiamo provato a vedere se ci fossero gli spazi per trovare una soluzione che però non sono stati trovati”, ha spiegato Roberto Di Vincenzo di Fegica (Federazione Gestori Impianti Carburanti e Affini).

“La nostra preoccupazione – ha aggiunto – è che con questo trend i prezzi continueranno a salire e i consumatori a pagare”.

I gestori accusano il governo del fatto che la sua responsabilità sul mancato taglio delle accise venga fatta passare come un’operazione di speculazione da parte loro. Per questo continuano a rigettare l’impianto del cosiddetto decreto trasparenza che – a loro dire – aumenterebbe gli obblighi per i gestori (come quello di esporre i prezzi medi dei carburanti oltre a quelli di vendita nella singola pompa di benzina) senza però ridurre realmente il prezzo. 

Articolo precedenteVino, Lollobrigida: “Agiremo con Francia e Spagna per tutelarlo”
Articolo successivoInsetti, da oggi in vendita alimenti a base di farina di grillo