Federica Brignone of Italy reacts in the finish of the women's Alpine Skiing World Cup giant slalom in Flachau, Austria January 17, 2016. REUTERS/Dominic Ebenbichler

Sci. Venerdì ruggente per la squadra azzurra che si aggiudica il gigante di Lienz (Austria) grazie alla milanese Federica Brignone.

Dopo una buona prima manche chiusa al quarto posto, grandissima prestazione nella seconda run che le ha permesso di scavalcare 3 avversarie. Seconda per soli 4 centesimi di secondo la tedesca Victoria Rebensburg, terza la statunitense Mikaela Shiffrin che chiude con un distacco di 8 centesimi di secondo.
Vittoria di forza e testa, dunque, per la Brignone, specialista della disciplina, che in queste prime gare non era riuscita ad esprimere il suo miglior sci.
13esima Manuela Moelgg, che dopo il grande inizio stagione pare aver perso un po’ di brillantezza. 16esima Sofia Goggia, 25esima Irene Curtoni.
Sulle nevi italiane di Bormio, invece, secondo posto per Peter Fill e grande occasione sprecata per Domink Paris.
Nella gara di combinata (prima manche Discesa Libera seconda manche Slalom) il meranese, al comando dopo la prima run, ha inforcato a poche porte dalla fine, facendo sfumare la possibile doppietta.
Gara vinta dal francese Alexis Pinturault che ha staccato Fill di 42 centesimi di secondo. Terzo il norvegese Jansrud.
Per i compagni di squadra un 11esimo posto con Christoff Innerhofer e 13 posto con Riccardo Tonetti.

Articolo precedenteCAPODANNO A VENEZIA, SPETTACOLI ED EVENTI GRATUITI
Articolo successivoBUON 2018 DA TUTTA LA REDAZIONE DI TELEAMBIENTE