Roma e Dintorni

SBLOCCAITALIA GAME OVER, BASTA INCENERITORI

Condividi

Sblocca Italia Game Over. Un’assemblea indetta dai promotori del ricorso al Tar Lazio contro il Decreto Sblocca Italia e da altre sei Associazioni nazionali, con una prima vittoria connessa al richiesto rinvio alla Corte di giustizia Europea, ed aperta al contributo di tutti i soggetti che vogliano dare un sostegno attivo.

Sabato 16 giugno dalle ore 10:00, presso la sede nazionale ARCI in via dei Monti di Pietralata n. 17, si è tenuto l’evento di lancio della Campagna nazionale Sblocca Italia Gameover per il RITIRO del DPCM del 10 agosto 2016 e per la raccolta fondi /crowdfunding e comunicazione a supporto della successiva Campagna Europea per avviare il pressing di altri Movimenti contro l’incenerimento presso il Parlamento Europeo.

Presenti i soggetti promotori tra cui il prof. PAOLO MADDALENA, altre SEI ASSOCIAZIONI NAZIONALI e tra gli OSPITI anche il sindaco di Napoli LUIGI DE MAGISTRIS ed il sindaco ALESSIO PASCUCCI per ITALIAinCOMUNE, il portavoce alla Camera del M5S on. SALVATORE MICILLO, il capogruppo alla Camera di LeU on. STEFANO FASSINA e parlamentari dei rispettivi gruppi al Parlamento europeo.

Movimento Legge Rifiuti Zero comunica:

Lo straordinario risultato da noi ottenuto, a seguito del ricorso contro l’art. 35 dello Sblocca Italia (Piano nazionale di incenerimento del governo Renzi), consiste nell’ordinanza del TAR Lazio del 24 aprile u.s. che rinvia alla Corte di giustizia europea tale legge italiana che è in totale contrasto con le Direttive europee in merito alla corretta gestione dei rifiuti ed alla mancata V.A.S. per un Piano nazionale che prevederebbe ben 2,8 milioni di tonnellate annue di rifiuti da incenerire in più, tra il potenziamento dei 40 inceneritori esistenti soprattutto nel Nord e gli ipotizzati 8 nuovi inceneritori nel Centro Sud.”

Presente il giornalista Vincenzo Bisbiglia del Fatto Quotidiano, che si occupa del tema rifiuti da tempo.

Intervista a Massimo Piras, Coordinatore nazionale Movimento Legge Rifiuti Zero  e Angelo Consoli, Pres. Cetri-Tires: https://www.teleambiente.it/decreto-sblocca-italia/

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago