A Badesi, in provincia di Sassari, “Cum Pà” è il primo panificio inaugurato tra le mura di un appartamento. Il fornaio Enrico Cirilli: “La mia casa è anche il mio luogo di lavoro”. 

Si chiama “Cum Pà” il primo panificio tra le mura di casa aperto a Badesi, in provincia di Sassari, in Sardegna. Il forno è il primo con il marchio “Fatu in Domo”, progetto pilota dell’antropologa Veronica Matta, per sviluppare una rete di microimprese domestiche agroalimentari.

“Cum Pà”, che si ispira al concetto di condivisione tipico dei banchetti con gli amici, si trova nell’abitazione di Enrico Cirilli. Dopo una lunga esperienza tra Bra, Bologna e Londra, il fornaio è tornato nell’Isola per aprire un panificio casalingo vicino al mare.

Ho preso ispirazione dai laboratori domestici diffusi in Olanda e in altre parti d’Europa, anche in Italia, e ho deciso di provare a proporre in Sardegna un format diverso focalizzato sulla produzione di pane a lievito madre e la consegna a domicilio. La casa dove abito è il mio luogo di lavoro. Tornare qui, per me, è un viaggio di apprendimento per mettere alla prova me stesso“, ha dichiarato Enrico Cirilli.

Tra i prodotti da forno più richiesti, ci sono il pane con lievito madre, casareccio, con olive taggiasche o con pomodori secchi. Il fornaio sardo produce perfino pagnotte per gli intolleranti al glutine e per i diabetici.

Articolo precedenteVacanze in Sardegna per Elon Musk. Ecco dove vorrebbe alloggiare
Articolo successivoIncendi, non solo in Italia: brucia anche il Nord. Ecco cosa sta succedendo