Breaking News

SANREMO 2018, MARIO BIONDI IN GARA. NINA ZILLI, ELIO LE STORIE TESE, LO STATO SOCIALE I PIU’ CLICCATI SUL WEB

Condividi

Sanremo 2018.  Al festival della canzone italiana, giunto alla 68esima edizione, per la prima volta in gara il catanese Mario Biondi, appassionato di musica soul e jazz. Tra gli altri big attese le performance di Nina Zilli e delle due band Elio e le Storie Tese e Lo Stato Sociale.

Sale sul palco dell’Ariston Mario Biondi, ma questa volta da protagonista con la canzone “Rivederti”. Il cantante infatti per ben due volte ha accompagnato nei duetti Amalia Gré nel brano “Amami per sempre”, nel 2007 e due anni dopo insieme a Karima Ammar, in gara nella sezione Giovani, sulle note della canzone “Come in ogni ora”.

Conosciuto per il suo repertorio inglese, questa volta si presenta con una ballad che racchiude lo stile del cantautorato italiano degli anni 60, accompagnato anche da un ritmo che richiama i creatori della bossa  nova brasiliana.  Nella serata del 9 febbraio infatti duetterà con la cantante e compositrice brasiliana Ana Carolina e Daniel Jobim al pianoforte. Un piccolo assaggio del suo nuovo album in uscita il 9 marzo dal titolo “Brasil”. Ma dopo Sanremo quest’anno in programma due eventi unici:  il 17 maggio al PalaLottomatica di Roma e il 20 maggio al Mediolanum Forum di Assago, Milano. Sarà possibile acquistare in prevendita i biglietti a partire dalle ore 11.00 di lunedì 29 gennaio su: http://www.ticketone.it/mario-biondi-biglietti.html?doc=artistPages/tickets&fun=artist&action=tickets&kuid=457494.

Tra i cantanti big in gara attesa anche Maria Chiara Fraschetta, in arte Nina Zilli, per la terza volta al Festival di Sanremo con la canzone “Senza appartenere“. Negli ultimi mesi l’abbiamo vista nelle vesti di giudice del talent show Italia’s got Talent, insieme a Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Frank Matano. Ora ritorna a farci sognare con la sua splendida voce. Ricordiamo il suo esordio a Sanremo tra le nuove proposte nel 2010  con la canzone “L’uomo che amava le donne” VIDEO: https://youtu.be/HR4bB_Dw4Qs.

Continua a far parlare la presenza di Lo Stato Sociale, prima band della generazione ‘indie 2.0’. Il bassista del gruppo bolognese Albi Cazzola ha dichiarato: “Avevamo mandato un paio di canzoni al team di Baglioni, che stava selezionando i brani per Sanremo, e sapevamo che uno era piaciuto, ma da lì più niente. L’annuncio della partecipazione ci è arrivato in diretta tv su Rai Uno, in quel momento ci siamo guardati e abbiamo detto ‘minchia ora lo dobbiamo fare veramente’”. Una partecipazione tanto impensabile quanto carica di significato su quello che potrà essere il futuro prossimo della scena italiana. Si presentano con il brano “Una vita in vacanza”.  Ecco alcune canzoni tratte da uno dei loro album di maggior successo, “Turisti della democrazia”: https://youtu.be/pZniUISDfl8.

Dopo 38 anni insieme, Elio e Le Storie Tese, chiudono, o almeno così dicono, la loro carriera gareggiando al festival con il brano”Arrivedorci” . A dirigere l’orchestra Peppe Vessicchio. Ed insieme a loro, nella giornata dedicata ai duetti, un grande ritorno di un’altra storica band che vinse il festival di Sanremo nel 1995 con il brano “Le ragazze”. Stiamo parlando del gruppo I Neri per caso (VIDEO):  https://youtu.be/GxIMZXCbuxQ

Il brano dà il titolo all’ultimo progetto discografico della band che uscirà 9. Dal 20 aprile saranno in giro con il Tour d’Addio: “Dopo avere preso atto di quanti avrebbero voluto, ma non hanno potuto, raggiungere Milano per partecipare alla festa al Mediolanum Forum, abbiamo accettato la proposta di organizzare un altro giro di concerti ‘a scadenza’: da consumarsi entro e non oltre il 30 giugno“. Tre nuove date: 23 aprile Milano, il 1 maggio Arena di Verona e  25 maggio a Conegliano Veneto. Qui tutte le date: http://elioelestorietese.it/concerti/

 

Tutti i big in gare a Sanremo 2018:

 

–Annalisa, “Il mondo prima di te” (Alessandro Raina/Davide Simonetta/Annalisa Scarrone);

 

–Enzo Avitabile e Peppe Servillo, “Il coraggio di ogni giorno”(Pacifico/Enzo Avitabile/Peppe Servillo);

 

–Luca Barbarossa, “Passame er sale” (Luca Barbarossa);

 

–Mario Biondi, “Rivederti” (Mario Biondi/Giuseppe Furnari/Mario Fisicaro);

 

–Ron, “Almeno Pensami”;

 

–Giovanni Caccamo, “Eterno” (Cheope/Giovanni Caccamo);

 

–Red Canzian, “Ognuno ha il suo racconto” (Red Canzian/Miki Porru);

 

–Decibel, “Lettera dal Duca” (Silvio Capeccia/Enrico Ruggeri/Fulvio Muzio)

 

–Diodato e Roy Paci,“Adesso” (Antonio Diodato);

 

–Elio e le storie tese, “Arrivedorci” (Sergio Conforti/Elio/Davide Civaschi/Nicola Fasani)

 

–Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, “Il segreto del tempo” (Pacifico/Roby Facchinetti);

 

–Max Gazzé, “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” (Francesco Gazzé/Max Gazzé/Francesco De Benedittis)

 

–The Kolors, “Frida” (Davide Petrella/Dario Faini/Alessandro Raina/Stash Fiordispino);

 

–Ermal Meta e Fabrizio Moro, “Non mi avete fatto niente” (Ermal Meta-Fabrizio Moro/Andrea Febo);

 

–Noemi, “Non smettere mai di cercarmi” (Diego Calvetti/Massimiliano Pelan/Noemi/Fabio De Martino/ Veronica Scopeliti);

 

–Renzo Rubino, “Custodire” (Renzo Rubino)

 

–Lo Stato Sociale, “Una vita in vacanza” (Lodovico Guenzi, Alberto Cazzola, Francesco Draicchio, Matteo Romagnoli, Alberto Guidetti, Enrico Roberto);

 

–Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico “Imparare ad amarsi” (Bungaro/Pacifico/Cesare Chiodo/Antonio Fresa);

 

–Le Vibrazioni, “Così sbagliato” (Francesco Sarcina, Andrea Bonomo, Luca Chiaravalli, Davide Simonetta);

 

–Nina Zilli, “Senza appartenere” (Giordana Angi/Antonio Iammarino/Nina Zilli).

 

LINK CORRELATI:

Big, nuove proposte e ospiti: https://www.teleambiente.it/sanremo-2018-inizio-6-febbraio-big-giovani-duetti-ospiti-internazionali-programma/

Dalla torna a far sognare all’Ariston: https://www.teleambiente.it/sanremo-2018-ron-dalla-tutte-le-canzoni-gara-big-giovani/

 

(Visited 195 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago