Cultura

SANREMO 2018, A CLAUDIO BAGLIONI LA DIREZIONE ARTISTICA DEL FESTIVAL

Condividi

Claudio Baglioni sarà alla guida del prossimo festival di Sanremo.
L’annuncio ufficiale dalla Rai sarebbe previsto per lunedì, dopo che proprio nelle ultime ore sono stati definiti gli ultimi dettagli del contratto.
Il festival, che andrà in onda dal 6 al 10 febbraio, vedrà il cantante romano nei panni di direttore artistico e presentatore, a capo di una squadra che si preannuncia diversa, di serata in serata.
Dopo essere stato più volte tra i protagonisti sul palco dell’Ariston, Baglioni si presenterà in una veste per lui del tutto originale.
Resta da vedere se sarà in grado di battere i livelli di ascolto delle ultime edizioni, capitanate da Conti nel 2016 e dall’accoppiata Conti-De Filippi nell’ultima edizione.
Novità anche sui compensi. Questa volta è previsto un taglio del 10% rispetto al cachet percepito da Carlo Conti lo scorso anno, che ammontava a 650 mila euro.
Già in altre serate targate Rai, Baglioni si era messo in gioco in un ruolo diverso dal suo. Dal 1997, con la conduzione di Anima Mia con Fazio, fino agli appuntamenti dei Capitani Coraggiosi insieme a Morandi nel 2015. Il cantautore ancora non ha rilasciato dichiarazioni, ma su Instagram si ritrae pensieroso al pianoforte accompagnato dal singolare hashtag #pausadiriflessione, che ha scatenato subito le curiosità dei fans.

Proprio il prossimo anno festeggerà anche i suoi 50 anni di carriera.
Insomma, il 2018 non è ancora iniziato ma per Claudio Baglioni si preannuncia come un’ottima annata.

(Visited 127 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago