AttualitàRomaScienza e Tecnologia

Roma, con l’app Waidy wow oltre 50mila punti di erogazione di acqua potabile

Condividi

A Roma arriva Waidy wow, la nuova versione dell’app amica dell’acqua e dell’ambiente. A svilupparla è Acea.

A Roma arriva Waidy wow, la versione aggiornata e rinnovate dell’app di Acea dedicata all’acqua e all’ambiente.

SCARICA QUI

Waidy Wow nasce dall’impegno di un team di dipendenti del Gruppo ACEA che ha partecipato ad Innovation Garage, un programma di imprenditorialità ideato proprio per promuovere la creatività interna e la cultura dell’innovazione. L’obiettivo è valorizzare la risorsa idrica e la bellezza dei territori. Attraverso la mappatura dei punti idrici, infatti, si promuove il consumo responsabile dell’acqua in un’ottica di sviluppo sostenibile e si contribuisce alla riduzione della plastica monouso.

L’app, rispetto alla prima versione lanciata lo scorso anno, si è evoluta. La nuova mappatura contiene ora 50 mila punti di erogazione di acqua potabile (come ad esempio i nasoni e le fontane storiche di Roma) collocati su tutto il territorio italiano, rispetto ai 6 mila iniziali. Inoltre, sarà possibile inoltrare segnalazioni sul funzionamento dei punti idrici tramite il canale diretto con il gestore (questo servizio, però, è attivo solo nei territori gestiti dal gruppo ACEA).

Tevere, le barriere hanno raccolto 70kg di rifiuti. I risultati del progetto “Adotta il tuo fiume”

Tra le novità: il restyling dell’interfaccia grafica; una funzione per trovare e aggiungere i punti di erogazione non presenti sulla mappa; la sezione “Storia e Contenuti” aggiornata ogni settimana; la presenza di indicatori di sostenibilità real-time; la possibilità di creare percorsi a piedi, in bici o di corsa e di selezionare percorsi multimediali e tematici con mappe narrative. E’ stato inserito, inoltre, un percorso tematico alla scoperta delle fontane cinematografiche della Capitale: è una mappa che ha come scenario i luoghi che hanno segnato la vita culturale della città, un viaggio in 14 tappe, dal Fontanone del Gianicolo al Parco degli Acquedotti passando per i più famosi vicoli del centro storico, narrato dalla voce di giornalisti e critici cinematografici.

(Visited 105 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago