Roma

Roma, sempre peggio: più della metà dei romani bocciano la capitale

Condividi

I cittadini romani bocciano tutti i servizi della capitale, si salva solo l’acqua. Record negativo per pulizia strade e trasporti, però in periferia si vive meglio.

È stata presentata la 12esima indagine dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici di Roma e i risultati sono peggiori di quello che ci si aspettava.I romani bocciano tutti i servizi pubblici tranne quello idrico. La raccolta rifiuti e al pulizia delle strade totalizzano il voto più basso, sotto il tre, in calo il giudizio dei romani su tutti i 18 servizi pubblici locali.

 

In generale il giudizio medio dei cittadini, che non raggiunge la sufficienza dal 2014, torna a scendere da 5,33 dello scorso anno a 5,3 del 2019: ad abbassare la media sono soprattutto i voti al trasporto pubblico locale di superficie (4,1, mentre nel 2018 era 4,4) alla metro (da 5.8 scesa a 5) e alla raccolta rifiuti e pulizia delle strade: rispettivamente 2,7 e 2,8, quasi un punto in meno rispetto allo scorso anno.

 

Roma, decisi gli aumenti dei biglietti di bus e metro, ticket a due euro

Il voto più basso in assoluto, 2,5, è stato attribuito dai residenti del I Municipio alla pulizia delle strade e da quelli del XIV alla raccolta dei rifiuti. In miglioramento invece il giudizio sull’acqua potabile, con 7,8 rispetto a 7,5 del 2018, ed è il più alto di tutti. A registrare la sufficienza solo 9 servizi su 18: oltre a quello idrico i servizi culturali, tutti al di sopra del 6 ma con un calo di valutazione di circa mezzo voto ciascuno, alcuni servizi sociali e i taxi (6,0).

Cibo, vino e storia. Gli inglesi riscoprono i Castelli Romani

I romani sembrano più soddisfatti della vita in periferia che al centro. Per i servizi, l’inquinamento, le strutture. Al top ci sono Ostia e Montesacro. Analizzando meglio i dati infatti, le valutazioni migliori sono state espresse nel III Municipio (Monte Sacro) e nella zona del litorale di Ostia, (X Municipio), mentre il voto più basso è stato registrato in centro (I Municipio). Il quadrante est della città è il più penalizzato: qui si registrano, infatti, tutti i voti al di sotto della media come il 5,6 del V Municipio, ma va male anche nel XV dove il voto medio si ferma a 5,15.
Secondo una lettura socio-anagrafica, infine, sono i giovani e gli studenti a risultare le categorie più soddisfatte, mentre i più critici sono gli anziani e i pensionati, seguiti dalle donne e dalle casalinghe.

I romani in generale sono però più pessimisti: solo il 18% esprime aspettative positive per il futuro.

Arriva a Roma l’app “Too Good To Go” per combattere gli sprechi alimentari

(Visited 72 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago