Per combattere la cocciniglia, il parassita che sta distruggendo il Parco Bolivar di Montesacro, alcuni cittadini hanno organizzato una raccolta fondi sul web

Ha superato il goal iniziale di 700 euro e ora viaggia verso gli 800 la raccolta fondi intitolata “Salviamo la pineta Simon Bolivar”, organizzata da alcuni residenti di Montesacro per salvare i tanti alberi del parco attaccati dal parassita cocciniglia.

Sono tanti i pini del parco ormai moribondi perché attaccati dall’insetto che sta devastando l’80% del patrimonio arboreo di Roma. La raccolta fondi organizzata su GoFundMe è solo una delle tante iniziative – pubbliche o private – resesi necessarie per tentare di salvare gli alberi della Capitale.

Sebbene versino in condizioni critiche, però, i pini del Parco Bolivar di Montesacro sono ancora recuperabili. Almeno secondo i promotori dell’iniziativa – il gruppo di Azione del Municipio III – che dunque hanno organizzato una raccolta fondi online.

Gli alberi – spiegano – “possono ancora essere salvati grazie all’endoterapia, un trattamento fitosanitario per alberi ad alto fusto. Questo tipo di intervento costa molto meno rispetto all’abbattimento, alla ripiantumazione e alla cura di giovani alberi”. 

L’obbiettivo degli organizzatori è quello di partire con l’endoterapia per i primi 20 alberi nel periodo fra gennaio e febbraio. 

Rifiuti, Mr Spazzatura e altre strane (ma funzionali) invenzioni per ripulire i fiumi dalla plastica

Articolo precedenteRoma, la prima nevicata del 2022 sulla Capitale fa impazzire il web
Articolo successivoAnimali, visori alle mucche per produrre più latte. LAV: “Crudele manipolazione”