RomaVideo

Roma, opportunità candidatura Expo 2030. Raggi: “Possiamo trasformare la nostra città”

Condividi

“Sto spingendo molto perché Roma possa a candidarsi e vincere l’Expo 2030, stiamo puntando molto sullo sviluppo dell’asse della Tiburtina, dalla stazione che sta diventando un hub fino alla cosiddetta Tiburtina Valley”. Le parole della sindaca di Roma Virginia Raggi durante il webinar “#SmartItaly2030. #RomaSmart2030 e #HydrogenValley: transizione energetica e rigenerazione urbana”

Ad aprire la web conference “#SmartItaly2030. #RomaSmart2030 e #HydrogenValley: transizione energetica e rigenerazione urbana”, in diretta Facebook venerdì 19 febbraio, la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Sto spingendo molto perché Roma possa candidarsi e vincere l’Expo 2030, avremmo così 10 anni di investimenti per trasformare completamente la nostra città. Noi stiamo puntando molto sull’asse della stazione Tiburtina che in realtà sta diventando un vero e proprio hub, fino alla cosiddetta Tiburtina Valley, un luogo particolarmente denso di fermento e di imprese“.

Rigenerazione urbana e transizione energetica, Raggi: “Principi che devono ispirare le nostre azioni”

Possiamo creare con Expo 2030 un vero e proprio quartiere completamente ecosostenibile al quale lavoreranno le migliori intelligenze mondiali, con le migliori tecnologie, con le migliori idee e facciamo vedere come davvero potrebbe essere una città smart del futuro”.

#SmartItaly2030, #RomaSmart2030 e #HydrogenValley: transizione energetica e rigenerazione urbana

“Possiamo andare a rigenerare un pezzo per volta la nostra bellissima città con tutti i vincoli che noi abbiamo che dobbiamo trasformare in opportunità”. 

(Visited 53 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago