“L’unica certezza è che se io verrò rieletta sindaca CasaPound da lì andrà via. Mettetevi pure l’anima in pace fascisti del terzo millennio. A Roma non c’è posto per voi’”. Le parole della sindaca di Roma Virginia Raggi con un tweet in risposta a quelle di Simone Di Stefano, intervenuto a Direzione Rivoluzione, la festa nazionale di CasaPound a Grosseto.

I capilista della lista Roma Ecologista, la lista ecodigital a sostegno di Virginia Raggi, Alessandro Bianchi e Alessandro Cardente hanno commentato e appoggiato la sindaca.

La scomposta dichiarazione dei neofascisti romani rende ancora più necessario fare quanto ha detto la Sindaca Raggi. – afferma Alessandro Bianchi, ex ministro del governo Prodi – I titolari della proprietà del palazzo escano dal letargo e facciano la loro parte. Roma è e rimarrà antifascista”.

Roma Ecologista, Di Battista firma la lista ecodigital a sostegno di Virginia Raggi

CasaPound sfida Roma e i romani con l’ultima provocatoria dichiarazione di Di Stefano, continuando con prepotenza e il loro ‘stile’ a voler occupare un intero palazzo nel quartiere Esquilino. – dichiara  Alessandro Cardente, candidato come consigliere comunale nella Lista Roma Ecologista – Ottima e rassicurante la fermezza della Sindaca Raggi e non sono solo a parole: ha già avviato, come risposta a tali illegalità e prepotenze, tutte le procedure per procedere allo sfratto. Credo che il voto a Virginia Raggi, sia oggi, il vero voto antifascista. Anche questo è un bel segnale perché gli spazi occupati da CasaPound potranno, una volta liberati, essere inseriti in un processo di riqualificazione per il bene comune della città“.

Roma Ecologista, Consoli garante della lista a sostegno della Raggi: “Si ispira al Green Deal”

Articolo precedenteGreen Drop Award, la Mostra del Cinema di Venezia 2021 si colora di verde
Articolo successivoCina, la tecnologia eco-meccanica che permette di trasformare i deserti in terreni coltivabili