CulturaRoma

Roma, #laculturaincasa su web e social. Tutti gli appuntamenti fino al 22 marzo

Condividi

Roma Capitale della cultura, aderendo alla campagna #iorestoacasa, prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa.

Sono tantissimi gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo.

Questi alcuni dei contenuti digital disponibili da questa settimana, fino al 22 marzo.

Il canale social culturaroma darà aggiornamenti quotidiani con gli hashtag #iorestoacasa e #laculturaincasa.

MUSEI CIVICI: In questo periodo di chiusura dei luoghi della cultura, si può – da casa con smartphone, tablet o pc – esplorare i Musei e i grandi capolavori che Roma custodisce. Su www.museiincomuneroma.it si possono conoscere e approfondire le straordinarie collezioni conservate nei Musei Civici, navigando tra le pagine delle diverse sedi museali e scegliendo il percorso fotografico attraverso le sale o le collezioni. Sono inoltre disponibili cinque tour virtuali fruibili da pc in lingua italiana e inglese, che propongono una visita a tutto schermo delle sale e dei capolavori esposti. Cliccando sugli hotspot inseriti negli ambienti e navigando le mappe interattive, la visita si approfondisce con elementi di contesto come foto, video e testi. Il visitatore può scegliere il proprio tour tra Musei Capitolini (tourvirtuale.museicapitolini.org), Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (tourvirtuale.mercatiditraiano.it), Museo dell’Ara Pacis (tourvirtuale.arapacis.it), Museo Napoleonico (tourvirtuale.museonapoleonico.it), Casino Nobile dei Musei di Villa Torlonia (tourvirtuale.museivillatorlonia.it). Le mostre in corso saranno presentate attraverso i social con post che illustrano opere, temi, artisti e contesti, a cominciare da Canova. Eterna bellezza e Sergio Leone. Dai canali social di Sovrintendenza  saranno illustrati alcuni aspetti dei principali monumenti della città, descritti in maniera dettagliata sul sito web www.sovraintendenzaroma.it .

Coronavirus, Pecoraro Scanio: “Roma senza smog riduce rischio contagio”

Inoltre il Sistema Musei Civici di Roma Capitale ha aderito ed è presente sulla piattaforma online www.google.com/artproject sviluppata dal Google Cultural Institute.

Qui il pubblico di tutto il mondo può ammirare immagini ad alta risoluzione delle opere d’arte più importanti messe a disposizione dai musei partner dell’iniziativa.

Sono 15 i Musei Civici ospitati da Google Art Project e presenti sulla piattaforma con circa 800 immagini ad alta risoluzione delle opere più significative delle loro collezioni: Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dell’Ara Pacis, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo della Civiltà Romana, Museo delle Mura, Museo di Roma, Museo Napoleonico, Casa Museo Alberto Moravia, Galleria d’Arte Moderna, Museo Carlo Bilotti, Museo Pietro Canonica, Museo di Roma in Trastevere, Musei di Villa Torlonia.

Inoltre, per 12  musei è possibile anche visitare virtualmente le sale grazie alla tecnologia Street View che permette di muoversi a 360° e avvicinarsi alle opere, approfondendole con le schede di dettaglio. Facebook, Twitter e video sono integrati nella piattaforma, consentendo agli utenti di invitare i loro amici a vedere e discutere le loro opere preferite.

Tra le altre funzioni a disposizione degli utenti, “Le mie Gallerie” permette di salvare viste specifiche delle opere d’arte selezionate e di costruire la propria galleria personale.

L’attività proseguirà anche sui canali social dei Musei, da non perdere gli approfondimenti dei maggiori capolavori dei Musei Capitolini, del Museo di Roma e tanti altri: partendo dal racconto di un’opera, un fil rouge narrativo ci conduce in una visita virtuale dei nostri musei  tra artisti, opere, aneddoti e ricorrenze storiche. ​

Roma, la squadra giallorossa scende in campo contro il Covid19

PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI: Visitare, attraverso il racconto dei curatori e materiali inediti, le mostre del presente e del passato, riascoltare le conferenze degli esperti, partecipare a laboratori online per bimbi e ragazzi, sarà da oggi possibile sul sito e sui social media di Palazzo delle Esposizioni. Oltre agli approfondimenti sulle mostre di Gabriele Basilico, Metropoli, e di Jim Dine, si potrà assistere a tutte le conferenze della rassegna “La Democrazia dello Sguardo” su tecniche e storie della fotografia. Con l’hashtag #PdERemix rivivranno l’archivio delle mostre, le attività dai quaderni operativi e le conferenze scientifiche del Palazzo delle Esposizioni. Per i più piccoli, consigli di lettura dello “Scaffale d’Arte” e le proposte di laboratori “Fatti in Casa” dal libro “Arte in Carte” (ed. Fatatrac), a cura del dipartimento didattico. Gli appuntamenti da non mancare questa settimana: Mercoledì 18 marzo alle 10:00 con #PdERemix si torna alla mostra “Pasolini Roma” (2014). Ninetto Davoli e Dacia Maraini ricordano il grande regista e scrittore. Giovedì 19 marzo sempre alle 10:00 un laboratorio per ragazzi sui sensi. Dal sito di Palazzo delle Esposizioni sarà possibile scaricare kit e istruzioni. Venerdì 20 marzo – sempre alle 10:00 – la curatrice Giovanna Calvenzi parla di “Milano. Ritratti di fabbriche” di Gabriele Basilico. Sabato 21 marzo – stesso orario degli altri giorni – la curatrice Daniela Lancioni racconta la mostra di Jim Dine.

MACRO: Sui profili social del MACRO prosegue HOW CAN WE RETHINK A CONTEMPORARY ART MUSEUM? – COME RIPENSARE UN MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA, il progetto già avviato da inizio marzo per raccontare per opere e immagini, intorno a dieci concetti chiave, il percorso che ha portato alla progettazione di Museo per l’Immaginazione Preventiva, il programma triennale del nuovo direttore artistico Luca Lo Pinto. Giorno dopo giorno il programma si articola in un manifesto che si espande per immagini. Ogni punto tocca un aspetto e una possibilità di ripensamento del museo e lo rappresenta attraverso libere associazioni visive, utilizzando l’immaginazione degli artisti e le loro diverse visioni.

JOMO – JOY OF MISSING OUT: Sviluppandosi principalmente su IGTV questo nuovo progetto parte dai limiti imposti dall’attuale stato di eccezione per avviare opportunità alternative di produzione di contenuti. Gli spazi digitali sono intesi come un’estensione del museo, affidati a una ventina di artisti, musicisti, architetti, chiamati a creare dei contributi originali da diverse parti del mondo. Sulle orme del museo immaginario di André Malraux, ognuno di loro produrrà delle clip di un minuto come fossero singoli capitoli di un unico grande racconto visivo espanso. Tra le prime adesioni: Assume Vivid Astro Focus (AVAF), Cara Benedetto, Daniel Blumberg, Hugo Canoilas, Antoine Catala, Rä di Martino, Emily Jacir, Ana Jotta, Phanos Kyriacou, Carlo Lavagna, Marc Leschelier, Marcello Maloberti, Olaf Nicolai, Charlemagne Palestine, Angelo Plessas e Luca Vitone.

Homebeer.it, parte da Roma il food delivery a zero emissioni che consegna a domicilio la birra artigianale

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA: Con l’hashtag #AuditoriumLives è online il palinsesto digital della Fondazione Musica per Roma che ha l’obiettivo di far compagnia a tutti i suoi spettatori e utenti attraverso i suoi canali social (Facebook, Instagram, Twitter, Spotify, Telegram). Ogni giorno si potranno ascoltare playlist musicali a tema, riascoltare podcast delle lezioni di storia, jazz, rock, filosofia, matematica e rivedere video con i grandi protagonisti della scena musicale, le star della scienza, economia, letteratura italiana passati in Auditorium in questi anni. In particolare ogni lunedì ci sarà “Oroscopo del lunedì”, con la rubrica ascendenti musicali, una canzone per ogni segno zodiacale per iniziare al meglio la settimana. Il martedì è dedicato alla storia con i podcast delle lezioni di storia, il mercoledì all’economia con i podcast del Festival Economia Come, il giovedì della filosofia con i podcast dei dialoghi filosofici, il venerdì del rock con i podcast delle Lezioni di rock, il sabato dei grandi incontri con i video delle dirette dei nostri festival, incontri con Samantha Cristoforetti, Alberto Angela e altri grandi ospiti eccellenti, la domenica invece sarà alla scoperta dell’Auditorium con “speciali” dedicati alla costruzione di questa magnifica struttura.

CASA DEL JAZZ: Molti gli artisti di Casa del Jazz che si stanno mobilitando per regalare a tutti gli spettatori virtuali un brano, una lezione, un commento sulle pagine degli account social Casa del Jazz. Veri e propri atti d’amore verso la struttura di Villa Osio e il suo pubblico. E così sulla pagina Facebook e sui social della Casa si possono già trovare, e verranno pubblicati in questi giorni, i messaggi e le note di Fabrizio Bosso, Paolo Damiani, e ancora Enrico Rava, Paolo Fresu, Roberto Gatto, Rita Marcotulli, Enrico Pieranunzi, Luca Velotti, Federica Michisanti, Jacopo Ferrazza e moltissimi altri.

TEATRO DELL’OPERA: Il Teatro dell’Opera di Roma riproporrà sul sito www.operaroma.it e sui canali social, con #operahome, alcuni degli spettacoli più interessanti andati in scena nelle ultime stagioni. Per approfondire ogni titolo, ci sarà inoltre la possibilità di ascoltare anche il podcast della Lezione di Opera di Giovanni Bietti che con un linguaggio semplice e accessibile illustra il contesto e i contenuti musicali di ogni singola opera in modo da permettere a chiunque, appassionato o neofita, di godersi la rappresentazione, apprezzandone ogni sfumatura. Nella settimana fino al 22 marzo verranno riproposti due grandi classici: La Cenerentola di Gioachino Rossini nella versione di grande successo della stagione 2016 di Emma Dante ispirata al Pop Surrealism e l’opera “simbolo” di Roma e del nostro Teatro, la Tosca della memoria, con la regia di Alessandro Talevi, ricostruita sull’allestimento originale della prima assoluta del 1900 che vide la luce proprio sulle scene del Costanzi alla presenza di Giacomo Puccini.

SANTA CECILIA: Su www.santacecilia.it e sui canali social dell’Accademia saranno disponibili, grazie a Rai Cultura, una serie di concerti corredati dai programmi di sala scaricabili gratuitamente. Giovedì 19 ore 19.30, l’appuntamento è con la regina della lirica del momento: Anna Netrebko. Il concerto vede sul podio Antonio Pappano alla guida dell’Orchestra di Santa Cecilia e il programma prevede pagine dal Macbeth di Verdi, la Canzone alla luna dalla Rusalka di Dvořák, l’Ouverture dall’Othello di Dvořák e Till Eulenspiegel di Strauss. Venerdì 20 ore 20.30 Daniele Gatti dirige Orchestra e Coro di Santa Cecilia nelle Sinfonie n. 1 “Primavera”, nella n. 3 “Renana” di Schumann e nella Rapsodia per contralto di Brahms con Sara Mingado. Sabato 21 alle 18 Marc Albrecht alla guida di Orchestra e Coro di Santa Cecilia dirige la Sinfonia n. 2 di Schumann, lo Schicksalslied di Brahms  e, sempre di Schumann, la Sinfonia n. 4. www.santacecilia.it/onlineforkids tutorial e giochi musicali per bambini.

BIBLIOTECHE: Per la settimana fino al 22 marzo le Biblioteche di Roma (www.bibliotechediroma.it) prevedono diverse iniziative con gli hashtag #laculturaincasa e #iorestoacasaeleggo: la pubblicazione di un video istituzionale con visita mostre, contributi video di scrittori e artisti, estratti di poesia da mediateca nella Giornata della poesia in programma il prossimo 21 marzoletture dalle biblioteche con “nati per leggere”. Inoltre è prevista una sezione sull’ampliamento della solidarietà digitale con la condivisione di link delle esperienze dei sistemi bibliotecari, librai ed editori, apertura di rubriche con appuntamenti giornalieri: voci dalle biblioteche, i Premi delle Biblioteche, Rodari tutto l’anno, mostre delle Biblioteche di Roma, bibliografia Coronavirus per adulti e bambini.

FONDAZIONE CINEMA PER ROMA: La Festa del Cinema di Roma lancia sui suoi social una nuova rubrica che promuove titoli delle passate edizioni, facilmente reperibili sulle piattaforme di streaming più diffuse, consigliandone la visione. Le prime due storie hanno suggerito la visione di The Irishman di Martin Scorsese e Una questione privata diretto dai fratelli Taviani tramite immagini e trailer dei film. Nei prossimi giorni, saranno promossi, fra gli altri, Tonya di Craig Gillespie e Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti. L’attività social proseguirà inoltre con contenuti foto e video dei talent che sono stati nostri ospiti negli scorsi anni, fra cui Xavier Dolan e Reese Witherspoon. Le pubblicazioni avvengono una volta al giorno su FB, TW, IG, IG stories, tag @romacinemafest. Dai social @romacityfest, invece, vengono rilanciate dalle pagine del MAXXI pillole video del curatore Mario Sesti, legate a Cinema al MAXXI, Extra DOC Festival e al Video Essay Film Festival.

Roma, rinviato a giugno il primo Festival del Giornalismo Ambientale

CASA DEL CINEMA: Sui canali social della Casa del Cinema è partita una programmazione giornaliera. Oggi, 17 marzo, verrà inaugurata la rubrica “La cineteca del direttore”, un dialogo a distanza con i suggerimenti e i consigli di Giorgio Gosetti. La Casa farà poi gli auguri a registi e attori che compiono gli anni nei prossimi giorni, proponendo citazioni famose e interviste realizzate alla Casa del Cinema. Si è cominciato con gli auguri all’attrice Isabelle Huppert, si proseguirà con l’anniversario della nascita di Gabriele Ferzetti (oggi, 17 marzo), il compleanno di Ursula Andress (giovedì 19 marzo) e quello del premio Oscar Gary Oldman (sabato 21 marzo). Sempre oggi, per la rubrica “La Casa del Cinema ripropone…” si potrà rivedere la videointervista “Antonio Monda e un’idea di New York (sulla via del cinema)” del 23 marzo 2015 in cui Giorgio Gosetti interroga Antonio Monda, da poco direttore della Festa del Cinema di Roma, sulle sensazioni che la città di NY ha generato nel “Monda scrittore” e le influenze cinematografiche che lo hanno formato. Mercoledì 18, oltre al nuovo appuntamento con i consigli e gli aneddoti su film, registi e personaggi, a cura di Giorgio Gosetti (che tornerà venerdì 20 e domenica 22), verrà riproposto il filmato “Nuovo Cinema Colosseo”, un’antologia cinematografica di 23’ realizzata dalla Casa del Cinema in occasione della mostra “Colosseo. Un’icona” del 2017. Da giovedì 19 marzo, al via anche la rubrica “La parola al critico” in cui saranno proposti articoli su film o rassegne realizzate nelle nostre sale. Primo appuntamento con il testo di Elisa Battistini pubblicato nel catalogo dedicato alla recente rassegna “Strade a doppia corsia. Itinerari della Nuova Hollywood”; seguito, sabato 21 marzo, dal pezzo di David Grieco sul film Joker. Il fine settimana sarà all’insegna di altre preziose testimonianze video con la riproposizione dei cortometraggi vincitori del contest “#120 secondi di luna”, realizzato in occasione dei 50 anni dallo sbarco sulla Luna nell’ambito della Festa di Roma 2019, promossa da Roma Capitale (venerdì 20 marzo) e del filmato “Anna Magnani una diva popolare” realizzato dalla Casa del Cinema in occasione della rassegna estiva “Caleidoscopio. A Villa Borghese il cinema non va in vacanza”, giugno – settembre 2018.

NUOVO CINEMA AQUILA: Il Nuovo Cinema Aquila propone sulla propria pagina Facebook ‘Il diario della chiusura’: pillole su film di ieri e di oggi, per condividere informando e strappando un sorriso, restando vicini seppur lontani.

ROMAEUROPA FESTIVAL: Materiali d’archivio audio-visivi animeranno le pagine social e web del Romaeuropa Festival per ripercorrere, in occasione della sua vicina XXXV edizione, il meglio della creazione contemporanea portata in scena a Roma a partire dal 1986, anno della sua fondazione. A partire da questa settimana saranno disponibili videointerviste ai maestri della scena contemporanea, le registrazioni degli incontri tra pubblico e artisti realizzati in collaborazione con Rai Radio 3 nell’ambito di Post-it, materiale testuale e fotografico e “Memo REf” uno piccolo gioco che, a partire dagli scatti del fotografo Piero Tauro,  invita a indovinare, ricordare e ripercorrere i più importanti appuntamenti del festival | romaeuropa.net – FB: Romaeuropa – IG: Romaeuropa.

(Visited 67 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago