AttualitàRoma

Roma, colonnine elettriche fuori uso. Enel e Acea: “Colpa della burocrazia”

Condividi

Le due società incaricate dell’allaccio all’energia elettrica dei totem per la ricarica delle auto elettriche, fanno sapere che i lunghi tempi d’attesa sono dovuti ai passaggi burocratici necessari per l’attivazione. 

Roma non è una città per auto elettriche. Almeno a guardare la storia delle circa cento colonnine per la ricarica delle auto a motore elettrico che in città risulterebbero ancora inutilizzabili.

Delle 482 colonnine installate dal Campidoglio dal 2018 ad oggi per incentivare l’acquisto in città di auto elettriche e quindi per fare un ulteriore passo verso la transizione ecologica, circa il 20 percento di essere sono lì, nuove di zecca, pronte per essere utilizzate ma inutilizzabili perché non collegate alla rete elettrica.

Se ne trovano soprattutto in centro storico e nel quadrante sud della Capitale, ancora poche invece le stazioni di ricarica nelle periferie ad est e a ovest. Ma tra quelle che ci sono alcune sono coperte da una busta nera.

Sono due i soggetti incaricati al collegamento delle centraline alla rete elettriche. Da una parte l’Enel, dall’altra la partecipata comunale Acea. Entrambe le aziende, però, sembrano prendersela con la burocrazia.

Agricoltura sostenibile, sbarca a Roma l’Abaco Group: “Siamo alla ricerca di talenti locali”

La multiutility del Campidoglio fa sapere che il problema è la moltitudine di passaggi che sono necessari per ricevere l’autorizzazione al collegamento. E fa sapere che entro la fine dell’anno riuscirà a coprire i collegamenti di tutte le colonnine. .

Da parte sua, l’Enel in un comunicato scrive: “Enel, che attraverso Enel X gestisce la più ampia rete di ricarica della Capitale con 952 punti di ricarica pubblici installati, conferma che il problema riguarda le lungaggini burocratiche che allungano notevolmente i tempi di attivazione delle stazione di ricarica”.

“Ad oggi risultano ancora 76 stazioni di Enel X non attive – continua il comunicato – ma la situazione è in fase di miglioramento grazie alla costante collaborazione con l’amministrazione locale e il gestore della rete. Con alcune migliorie all’attuale regolamento per l’installazione di infrastrutture di ricarica nella Capitale sarà possibile potenziare l’attuale rete per andare incontro alle esigenze degli utilizzatori di veicoli elettrici”. 

Settimana europea contro i rifiuti: migliaia di eventi per sensibilizzare i cittadini sul riuso e il riciclo

(Visited 20 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago