Il rione Esquilino di Roma è rimasto a secco: da mesi, infatti, non esce acqua dai rubinetti delle case. I residenti: “Succede ogni giorno da settembre, siamo stufi”. 

Rubinetti senz’acqua per diverse ore del giorno. E quando c’è è solo un sottile filo d’acqua. È quello con cui stanno facendo i conti da diversi mesi gli abitanti del rione romano Esquilino.

In decine di appartamenti tra piazza Vittorio, via Giolitti e piazza Dante poter utilizzare l’acqua per farsi una doccia o anche solo per cucinare non è sempre possibile.

I residenti della zona si sono dati appuntamento sui social per raccogliere tutte le segnalazioni e far sentire la propria voce anche al di fuori delle mura del quartiere.

Sul gruppo Facebook Comitato Acqua Esquilino i fondatori della comunità raccolgono con parsimonia tutte le segnalazioni. Ma il problema è stato portato anche all’attenzione della politica.

Animali, i criceti reggono l’alcol meglio degli umani

Grazie a due mozioni – firmate da Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle – la questione dell’acqua all’Esquilino è arrivata anche in Campidoglio e successivamente anche alla Pisana. 

Il dipartimento di epidemiologia del servizio sanitario regionale, infatti, ha affrontato la questione e, sulla base di “numerose segnalazioni ricevute di mancanza di fornitura di acqua ricevute da residenti di diversi condomini del quartiere Esquilino”, si legge in una nota che il dipartimento ha inviato ad Acea per evidenziare “il rischio sanitario connesso a questo disservizio”.

Da parte sua Acea Ato2, nel corso dei mesi, ha partecipato alle riunioni pubbliche per cercare di risolvere una volte per tutte il disservizio. Per ora, però, non sono state trovate risposte definitive.

Plastica monouso, stop dal 14 gennaio e multe per i trasgressori. Tutti i prodotti vietati

Articolo precedenteScala dei Turchi, presi i responsabili del raid. Uno di loro ha precedenti inquietanti
Articolo successivoAnimali, la scienza spiega il mistero dell’amore dei gatti per le scatole