Roma

Roma, 17 maggio, “Neema Fest” Festival della cultura africana. INFO

Condividi

Roma Eventi. “Neema – Afrobeats Festival” , 3ª edizione del festival della cultura africana. Venerdì 17 maggio, allo Spazio 900. Il 18 maggio replica a Milano, ai Magazzini Generali. Musica, danza, arte, artigianato, e prodotti etnici, pittura, fotografia e cucina. Punta del panorama musicale Davido, cantautore e produttore discografico, di origini nigeriane, per la prima volta a Roma. Info e biglietti. 

Neema Fest“, dopo le passate edizioni del 2017 e 2018 arriva la terza edizione.  A Roma, venerdì 17 maggio allo Spazio 900, poi a sabato 18 maggio a Milano, ai Magazzini Generali. E’ il festival della cultura africana, “una piattaforma socio-culturale per diffondere in Italia il meglio della cultura africana contemporanea, elemento centrale nel processo di integrazione“, così Serge Itela, art director dell’evento, al “Corriere della Sera”. “Neema” vuol dire “prosperità” come prospero è il momento di “risveglio artistico-culturale” che, secondo Itela, l’Africa starebbe vivendo a livello internazionale.

Sciopero trasporti Roma, venerdì 17 maggio. Info e orari

  • MUSICA
    Anima dell’evento sarà il concerto di musica africana, che vedrà alternarsi sul palco artisti africani noti al panorama internazionale. Tra questi, punta di diamante è Davido, per la prima volta a Roma.
    Davido , nome d’arte di David Adedeji Adeleke, è un artista nigeriano: classe 1992, Atlanta (USA), di origini nigeriane.  Nel 2012 raggiunge la fama con l’album “Omo Baba Olowo“. Ha ricevuto due Mtv Africa Music Awards.
    Tra gli altri artisti: Afrotronix, vincitore del 2018 Best african dj award con un mix di musica elettronica, ritmi africani ed electric touareg blues; Deejay Telio, afrobeat che parla portoghese; Ordinateur, ballerino di talento, già ospite del Romaeuropa Festival; Gaz Mawete, congolese, songwriter prolifico che ha firmato numerose uscite.

Roma Ztl Tridente, dal 13 maggio anche per le due ruote

  • ARTE e CULTURA
    Se la dimensione musicale costituisce la parte centrale del festival, il vero collante dell’evento sarà la cultura nella sua quasi totalità.
    A partire dal mattino e nell’arco dell’intera giornata, esposizioni fotografiche, alla pittura, alla moda, alla danza, alla cucina, all’editoria ed al tema dell’integrazione: tanti diversi tasselli facenti parte di un unicum.
  • PITTURA
    Con lo slogan “uniti nell’arte come protagonisti della primavera dell’Africa”, un collettivo di artisti africani stabilitisi in Italia e coordinati dal pittore senegalese Mokodu Fall faranno scoprire la “Wakanda”, ossia la rinascita del continente africano

Cuccioli di leone in condizioni disperate scoperti in un centro di riproduzione FOTO

  • PRODOTTI ETNICI
    Vi sarà un’area espositiva incentrata sui prodotti etnici: artigianato, monili, abbigliamento e, ovviamente, le opere pittoriche delcollettivo di artisti africani. Sarà ospitato l’atelier della stilista congolese Queen Tawa, che presenterà la sua collezione “Liputa Swagga”.
  • DANZA
    Non mancheranno poi i momenti dedicati alla danza, con i migliori ballerini europei della scena afro.

Earth, il nuovo singolo del rapper Lil Dick per salvare l’ambiente VIDEO

  • CUCINA
    Un’altra novità dell’edizione di quest’anno sarà la zona dedicata alla cucina africana, con stand gastronomici che offriranno degli assaggi di molti piatti tipici del continente africano.
  • INTEGRAZIONE
    Tutto questo per arrivare al nocciolo della questione: la tematica dell’integrazione; proprio su questo, assieme ad alcune associazioni di afro-italiane/i attive sul territorio nazionale, verrà sviluppato un dibattito pubblico che coinvolgerà esponenti del mondo della cultura, della politica, delle istituzioni, della società civile e dello spettacolo.

Alimentazione, dal 5 maggio al 30 giugno tornano le Giornate del Mangiasano

  • BIGLIETTI
    INGRESSO: a partire da 35 euro
    PREVENDITA su: i-ticket.it e
    ticketone.it 
  • DOVE e QUANDO
    Neema Fest 2019 | 17-18 maggio 2019
    ROMA, 17 maggio: Spazio 900 di Roma, Piazza Guglielmo Marconi, 26b
    MILANO, 18 maggio: Magazzini Generali di Milano, Via Pietrasanta, 16

Seeds&Chips, torna a Milano il forum internazionale dedicato alla Food Innovation

  • IL PROGETTO
    Neema Fest” nasce da un progetto di Serge Itela, congolese, in italia dalla fine degli anni Ottanta e punto di riferimento italiano per gli eventi e le serate con taglio urbano ed afro-latino. Attivo nel settore dell’organizzazione degli eventi, fonda LEP, all’inizio degli anni Novanta, insieme ad un gruppo di giovani studenti africani francofoni, accomunati dalla passione per la black music. Attraverso questa società, in un periodo in cui Roma era ricca di eventi e serate di musica elettronica ma totalmente carente per quanto riguardava la black music, diffonde la cultura e l’integrazione africana attraverso la black music.  Oggi “Serge Itela  vuole inaugurare l’era della commercializzazione della musica africana in Italia, in piena sintonia con quanto sta già avvenendo da qualche anno in alcuni paesi europei come la Francia ed il Belgio”.
(Visited 204 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago