tiberis roma

L’annuncio di Sabrina Alfonsi, assessora capitolina all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti.

Il ritorno di Tiberis. Ha riaperto oggi, a Roma, la spiaggia sul Tevere, attrezzata e con aree prato, due campi da beach volley, giochi e spettacoli per bambini. Ma anche tornei di carte e giochi da tavolo per gli anziani; lezioni di yoga, tai-chi e ginnastica posturale; postazioni con wi-fi gratuito; punto ristoro ed eventi serali. L’inaugurazione di quest’anno è avvenuta a mezzogiorno di oggi: la spiaggia sarà aperta tutti i giorni, fino al 12 settembre, dalle 8 alle 24 (all’una di notte dal venerdì alla domenica). L’ingresso è gratuito, ad eccezione dei concerti (10 euro con consumazione).

Tiberis, le novità di quest’anno

Tutti gli eventi sono consultabili sulla pagina Facebook di Tiberis. Da quest’anno ci saranno importanti novità, a cominciare dalle nuove strutture in legno fino all’eliminazione totale della plastica (verranno utilizzate bottiglie di vetro e materiale monouso biodegradabile) e all’offerta gastronomica con prodotti a km 0 e prezzi calmierati. Nelle ore notturne l’intera area sarà sorvegliata dal personale addetto.

Tiberis, Alfonsi: “Sarà parco d’affaccio permanente”

Con un bando, abbiamo reso la gestione di Tiberis economicamente sostenibile. Abbiamo abbassato i costi dai 243mila euro della scorsa edizione ai 67mila euro di quella attuale, ampliando anche l’offerta di concerti, spettacoli e tornei” . ha spiegato Sabrina Alfonsi, assessora capitolina all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti – “La vera novità però è che l’area diventerà un parco d’affaccio permanente fruibile tutto l’anno grazie ad un lavoro che stiamo portando avanti di concerto con il Municipio VIII. Stiamo lavorando per estendere gli interventi di riqualificazione delle rive del Tevere, per la realizzazione, tra l’altro, di nuovi parchi d’affaccio in altre aree“.

Tiberis, Ciaccheri: “Obiettivo renderla attiva tutto l’anno”

Tiberis in questi anni è stata una buona idea mal eseguita. Ora lo spazio tornerà pubblico in maniera permanente come abbiamo immaginato in questi anni grazie al lavoro di Agenda Tevere Onlus” – ha spiegato Amedeo Ciaccheri, presidente del VIII Municipio – “Stiamo lavorando con l’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale perché l’area ottenga un attrezzaggio definitivo perché rimanga attiva, anche con la collaborazione di terzi, per tutto l’anno. Questo è il primo passo grazie ai fondi Pnrr e Giubileo, per la realizzazione del Parco d’affaccio sulla riva sinistra del Tevere“.

Articolo precedenteFiume Po, non solo siccità: ecco il progetto per il monitoraggio dei rifiuti in plastica
Articolo successivoGas e nucleare in tassonomia verde Ue, insorgono gli ambientalisti