Home Attualità Istat, sempre meno bambini nella capitale. Ministra Roccella: “Inferno demografico”

Istat, sempre meno bambini nella capitale. Ministra Roccella: “Inferno demografico”

istat nascite roma

Istat, andamento natalità nel nostro Paese: la capitale registra il record di culle vuote. Ministra Roccella: “Inferno demografico”.

Sempre meno bambini nella capitale. L’Istat ha fotografato l’andamento della natalità nel nostro Paese e la capitale registra il record di culle vuote -9,6% di nati a Roma nei primi mesi del 2022.

Un dato record ben al di sopra del -6% del centro Italia e del -2,6% della media del Paese. Le nascite dovrebbero arrestarsi a quota 390mila con 10 mila bambini in meno all’appello rispetto all’anno precedente. Numeri che fanno parlare la ministra Roccella di “inferno demografico”.

Fondamentale per la ministra invertire la tendenza a partire dalla riformulazione dell’assegno unico che va adattato alle necessità delle famiglie. Secondo il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, se dovesse continuare questa tendenza, a livello nazionale, nel 2070 avremo il doppio dei morti rispetto alle nascite con 250mila nati contro i 400 mila attuali. Inoltre, la popolazione italiana scenderà a 48 milioni contro gli attuali 57 milioni.

Articolo precedenteMonopattini elettrici, in arrivo nuove regole su velocità e sicurezza
Articolo successivoFasano, gli animalisti: “Il gorilla Riù resta nello Zoosafari”