Roma, riapre Technotown l’hub scientifico dedicato ai più giovani

32
0

Educare a realizzare l’impossibile, con questo obiettivo riapre Technotown. Pratelli: “Grazie alle attività orientate a favorire l’accesso delle donne alle discipline STEM sarà uno strumento potente per contrastare i divari di genere”.

Dopo due anni di chiusura, l’hub della scienza ospitato all’interno di Villa Torlonia, Technotown, offre ai giovani dai 12 anni in su laboratori, corsi e aperitivi scientifici.

Una particolare attenzione è prestata dall’Assessorato alla Scuola di Roma Capitale, alle materie STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) per il recupero del divario che tiene ancora oggi le giovani donne lontane da queste materie.

Claudia Pratelli, Assessora alla Scuola, Formazione e Lavoro, ha dichiarato a TeleAmbiente: “Questo per noi è un momento molto importante, lo attendeva la città. Questo è un hub del sapere scientifico, vogliamo che diventi uno spazio aperto a tutta la città, a tutte le ragazze e i ragazzi, per questo abbiamo attivato un’iniziativa straordinaria ovvero la tariffa a 1 euro che permetta di accedere alla struttura fino alla fine dell’anno. Vogliamo che sia un luogo a disposizione di tutte perché sappiamo che i divari di genere si esprimono anche sull’accesso alle discipline STEM, e pensiamo che questo luogo, con attività che saranno orientate a favorire l’accesso delle donne alle discipline scientifiche e tecnologiche possa rappresentare uno strumento potente per contrastare i divari di genere”.

Technotown ospita anche la prima casa del podcast al mondo.

Articolo precedenteEnergia, il futuro in uno zaino: la pala eolica portatile
Articolo successivo“Amore e Rivoluzione”, l’album ambientalista degli Eugenio in Via di Gioia