Roma, dopo l’incendio a Ciampino si riaccendono le polemiche sulla malagestione dei rifiuti

Incendio a Ciampino, i livelli di diossine nell’aria sono ancora sopra i limiti. Convocata una conferenza stampa il 4 agosto per far luce sull’accaduto.

Torna al centro dell’attenzione ancora una volta il problema della malagestione dei rifiuti e degli impianti di raccolta privati ad essa collegati. A sottolineare la questione, l’ultimo rogo divampato alle porte della Capitale.

Un vero e proprio disastro ambientale quello che si è verificato il 29 luglio nella discarica Eco Logica 2000 a Ciampino, in cui è divampato un incendio ancora in corso di spegnimento da parte dei Vigili del Fuoco.

L’incendio dell’impianto di stoccaggio di rifiuti in via Enzo Ferrari ha creato una nube di fumo nero dall’odore acre che ha reso irrespirabile l’aria nelle zone limitrofe ma non solo. Infatti, il fumo si è spinto fin nella zona dei Castelli Romani, suscitando rabbia e preoccupazione tra i cittadini delle zone coinvolte.

Stando a quanto rilevato dall’ultimo monitoraggio di Arpa Lazio effettuato il 30 luglio, i livelli di benzopirene, diossine e altri inquinanti sono ancora sopra i limiti. Le diossine per il campione all’interno del sito, nella giornata del 30, sono infatti salite da 37 a 42 pg/m3.

La Regione Lazio ha annunciato alcune raccomandazioni per otto Comuni alle porte di Roma. A Ciampino, Marino, Albano, Grottaferrata, Castel Gandolfo, Ariccia, Lanuvio, Frascati si prescrive di tenere chiuse porte e finestre, limitare spostamenti e uso del condizionatore, lavare frutta e verdura. “Nessuna raccomandazione per Roma Capitale ma le misure di prudenza vanno seguite oltre che a Ciampino anche nei comuni dell’area dei Castelli”, ha spiegato il presidente della regione Francesco Rocca.

 

Incendio discarica rifiuti a Ciampino, indetta conferenza stampa il 4 agosto

I cittadini reclamano la tutela del loro diritto alla salute, e chiedono alle istituzioni risposte concrete e in tempi brevi. Per questo motivo, è stata indetta una conferenza stampa per chiarire l’accaduto e sulle misure da adottare per evitare che si ripetano episodi del genere.

L’incontro, organizzato da gruppo Cives Ciampino, il Comitato No Antenna Ciampino, il Comitato riduzione impatto ambientale aeroporto di Ciampino (Criaac), Legambiente “Il riccio” e Comitato No Inceneritore Santa Palomba, si terrà il 4 agosto alle ore 10 presso l’Auditorium della Chiesa Beata Vergine del Rosario in Viale J. F. Kennedy n. 50/E.

Sono stati invitati a dare il loro contributo e rispondere alle domande l’Assessore regionale Fabrizio Ghera, il Sindaco di Roma Capitale, Roberto Gualtieri, la Sindaca di Ciampino, Emanuela Colella, l’Assessore Federica Giglio, il Comandante della Polizia Locale Roberto Antonelli, il Comandante provinciale dei VV.FF. Ing. Adriano De Acutis, il Vicedirettore Generale Arpa Lazio, Dott. Alberto Manfredi Selvaggi, il Dirigente Uos Centro Regionale Qualità dell’Aria – Arpa Lazio, Dott. Alessandro Domenico Di Giosa, il Responsabile Arpa Lazio per la qualità dell’aria e monitoraggio ambientale, Ing. Massimo Magliocchetti, il Commissario straordinario della Asl Roma6, Dott. Francesco Marchitelli. Modera Silvia Mari, giornalista dell’agenzia di stampa Dire.

L’evento sarà trasmesso in diretta Facebook sulla pagina del gruppo CIVES Ciampino.