Roma firma il CIS, 200 milioni di euro per l’efficientamento delle scuole

165
0

Roma firma il CIS, Contratto Istituzionale di Sviluppo, che permetterà a 212 scuole della capitale di accedere a un finanziamento complessivo di 200 milioni di euro per interventi di efficientamento energetico.

L’adesione da parte di Roma Capitale è stata siglata in Campidoglio. Gli interventi finanziati dal governo comprenderanno la sostituzione di infissi e caldaie obsolete, l’installazione di pannelli solari e l’installazione di illuminazione a led. Misure che permetteranno agli istituti di migliorare classe energetica e ridurre di conseguenza l’ammontare delle bollette di luce e gas.

Mara Carfagna, ministra per il Sud, dichiara a TeleAmbiente: “Questo è un accordo molto importante, è una bella giornata per la città di Roma perché approviamo un progetto imponente che riguarda la riqualificazione del patrimonio scolastico della capitale. 200 milioni di euro presi dal Fondo di Sviluppo e Coesione per finanziare 11 interventi, e questa è la prima trance di interventi perché poi ce ne saranno altri non appena saremo in grado di reperire i fondi disponibili. Grazie a questi interventi avremo scuole più confortevoli, più sicure, più moderne, più efficienti, più calde d’inverno, più fresche d’estate con impianti termici ed elettrici in regola, con ambienti che possano essere quanto più possibile dignitosi per il corpo docenti. Il sindaco Gualtieri ha chiesto questo intervento pochissimi mesi fa e noi in pochi mesi siamo riusciti a completare questo percorso e mi auguro che possa essere un messaggio di fiducia e di speranza per i bambini, i ragazzi, le loro famiglie che potranno toccare con mano i risultati di un’azione amministrativa efficiente, come quella del sindaco Gualtieri, e di una collaborazione istituzionale proficua tra governo centrale e amministrazioni locali”.

Roberto Gualtieri, sindaco di Roma:È la prima volta che si fa un CIS a Roma di questa portata, ringrazio la ministra Carfagna che è stata straordinariamente efficiente e capace di aiutarci a realizzare questo piano storico perché riqualifica e rende energeticamente efficiente tantissime scuole, si parte da 11 ma si potrà arrivare a più di 300, quindi una componente molto rilevante del nostro patrimonio scolastico che viene resa più confortevole e più amica di chi ci lavora“.

Nicola Zingaretti, presidente Regione Lazio: “Secondo me è un bel messaggio ai giovani: che ci chiedono non solo di applaudire quando ai Fridays For Future o nelle piazze chiedono di cambiare. È un fatto concreto, oltre 200 scuole di Roma avranno l’efficientamento energetico quindi migliore qualità per
gli studi, risparmio energetico, meno CO2 e quindi per una volta si può dire applausi ma anche coerenza e fatti concreti. E ora non
dobbiamo fermarci più.”

Articolo precedenteClima, il dramma della neve già sciolta a oltre 3000 metri
Articolo successivoConte vede Draghi: “Senza superbonus lasciamo il governo”