Attualità

Risparmio energetico, meno consumi più fai bene al pianeta. Ecco alcuni consigli

Condividi

Risparmiare energia elettrica vuol dire contribuire alla lotta contro le forme di consumo non sostenibili seguendo la svolta green necessaria per salvaguardare il pianeta. Ma come fare? Ecco alcuni suggerimenti per evitare sprechi di energia elettrica nelle nostre case.

L’uso efficiente delle risorse energetiche comporta un doppio beneficio: il singolo cittadino pagherà una bolletta meno cara e la collettività si avvantaggerà di un minore inquinamento, meno rifiuti da smaltire e una minore necessità di importare energia e materie prime. 

Ma come risparmiare energia elettrica? Una delle risposte più adeguate a questa domanda è la classe energetica di un elettrodomestico. Dal 1 marzo è partita la nuova etichetta energetica per gli elettrodomestici. La scala corrente dalla A+++ alla G viene sostituita da una scala più semplice e intuitiva che va dalla A alla G, senza il simbolo più (+). E’ stata introdotta per frigoriferi, congelatori, lavatrici e lava-asciugatrici, lavastoviglie, televisori e display elettronici. Le sorgenti luminose seguiranno a settembre.

Elettrodomestici, dal 1° marzo la nuova etichetta. Cosa cambia?

Gli apparecchi con efficienza più elevata e consumi più bassi sono identificati da una freccia più corta di colore verde, quelli con efficienza minore e consumi più elevati da una freccia più lunga di colore rosso. A seconda del tipo di prodotto e dell’etichetta applicabile le lettere possono variare in una scala da A+++ a G, da A++++ a D e da A a G, che progressivamente sostituirà le altre scale e diverrà l‘unica per tutti i prodotti. La sostituzione sarà graduale nel tempo per le diverse tipologie di prodotti, mentre per una singola categoria di prodotto non potranno esistere diverse etichette contemporaneamente.

Ecco cos’altro possiamo fare:

1)Uso delle lampadine ecosostenibili o a led

Non tenere la luce accesa nelle stanze in cui non è necessario è indispensabile per risparmiare in casa ma ancora più d’aiuto sarebbe avere delle lampadine a risparmio energetico. Nonostante il loro prezzo sia lievemente superiore, la spesa verrebbe ammortizzata annualmente dalla loro durata nel tempo di quasi 10.000 ore. Volendo fare ancora di più, meglio sarebbe utilizzare delle lampadine al led che contano circa 50.000 ore e favoriscono la diminuzione dell’affaticamento oculare;

2) Limitare il consumo del forno elettrico e del microonde

Il consumo del forno elettrico è facilmente diminuibile tramite l’eliminazione del preriscaldamento e delle continue aperture che disperdono il calore. Altro accorgimento utile potrebbe essere lo spegnimento dell’ultimo prima della totale cottura del cibo e l’uso nelle fasce orarie a basso costo energetico  (utilizzando i modelli di classe A+++ con un risparmio del 50%). Stesso discorso vale anche per il microonde in quanto un miglior riscaldamento consente anche un minor consumo. E’ importantissimo non lasciarlo mai in stand-by: è considerato uno degli apparecchi che consuma di più a riposo.

Sostenibilità ed energia. Nasce Element, il nuovo blog del Gse

3)Accorgimenti su Frigoriferi e Congelatori

Oltre all’acquisto di elettrodomestici A+++,  per u  frigorifero è fondamentale mantenere la  distanza di almeno 20 cm dal muro e da altre fonti di calore, sbrinarlo regolarmente e disporre gli alimenti nel posto designato. Stesso ragionamento vale anche per i congelatori.

4)Uso intelligente di lavatrice e asciugatrice

Utilizzando un programma a temperatura più bassa, aiuterai a ridurre lo spreco di energia. Bisogna fare attenzione però a due fattori: fare continui lavaggi a 30 gradi, riducendo il carico di panni per differenziare i tessuti o aggiungendo il programma di prelavaggio, rischia di essere più dispendioso che non fare un solo lavaggio di 60 gradi, più efficace, con il cestello più carico. E’ bene usare la lavatrice durante le ore serali perché l’energia costa di meno, dato che è meno richiesta durante quel lasso di tempo. Non abusare dell’asciugatrice , quando il sole splende in estate, o in inverno nelle ore più calde del giorno, stendi i panni fuori.

Tecnologia, arriva la finestra “liquida” per risparmiare il 45% di energia in casa

Altri accorgimenti:

  • non lasciare il computer o gli apparecchi elettronici della casa in standby;
  • stacca i caricatori dalle spine;
  • cambiare il televisore vecchio con uno più innovativo a led e con timer per lo spegnimento automatico;
  • utilizzare il condizionatore con coscienza utilizzare stufe a basso consumo come quelle alogene o al quarzo ;
  • avviare gli elettrodomestici nei giorni e negli orari serali in cui le spese sono minori (rispettare la tipologia di contratto tariffario scelto e conoscerlo al meglio).

Di Beatrice Soverini

(Visited 36 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago