ClimaInquinamento

Rinnovabili, 14 grattacieli di New York saranno alimentati con energia eolica

Condividi

Rinnovabili. Quattordici grattacieli dello skyline di New York, compreso l’Empire State Building, saranno alimentati esclusivamente con energie provenienti da fonti rinnovabili.

Per i prossimi tre anni, tutti gli edifici di proprietà dell’ESRT (la più grande compagnia immobiliare americana) saranno alimentati da fonti rinnovabili – eolico compreso – per un risparmio di 200.000 tonnellate di CO2.

Come se ogni cittadino di New York spegnesse le luci di casa per un mese intero.

Risparmio energetico, meno consumi più fai bene al pianeta. Ecco alcuni consigli

In realtà, da dieci anni l’Empire State Building funziona utilizzando energie rinnovabili ma l’espansione degli impegni in materia di Green Energy, non solo renderà l’Empire State Realty Trust la più grande compagnia immobiliare che ha scelto le fonti alternative per alimentare i propri edifici, aprendo la strada ad altri player del panorama edilizio di New York ma eviterà la produzione di circa 21 milioni di chilogrammi di anidride carbonica: come se per un intero anno, non girassero taxi per la città di New York.

Utilizzare il succo d’arancia per dare energia elettrica a 73.000 case di Siviglia

L’ESRT  ha annunciato un importante acquisto di energia eolica da Green Mountain Energy e Direct Energy, i cui contratti triennali sono stati avviati lo scorso gennaio.

L’accordo, prevede la fornitura di circa 300 milioni di chilowatt/ora di elettricità per gli oltre 930 mila metri quadrati di proprietà dell’ESRT.

(Visited 37 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago