Roma. Il Milan vola in Croazia con la qualificazione in tasca ma con la bocciatura Uefa. Una vera mazzata con probabili sanzioni. Il progetto “voluntary agreement” presentato a novembre da Fassone non ha convinto la commissione del fair play uefa. I rossoneri rischiano sanzioni, che saranno decise in primavera, in caso di qualificazione alla prossima Champions o Europa League. Oltre ad aver subito un danno d’immagine, il Milan dovrà necessariamente pensare a qualche cessione illustre nel mercato estivo per far quadrare i conti. Altra beffa per la società rossonera dopo il rocambolesco pareggio di Benevento, ma questa rischia di fare molto più male.

L’ad del Milan, Marco Fassone, all’arrivo in Lega ha fatto il punto della situazione incontrando i giornalisti:” La commissione della Uefa si riunisce domani e dai giornali sembra accertata una decisione negativa nei confronti del Milan. Non fa piacere. Spero che le decisioni siano neutre nei confronti del Milan. Il mercato estivo? Rifarei tutti gli acquisti, forse uno o due errori li abbiamo fatti. Abbiamo cercato di rimediare ma sono convinto che abbiamo fatto una grande campagna acquisti”.

Debutto europeo per Gattuso che questa sera, alle 19.00, affronterà il Rijeka già eliminato. I rossoneri sono già qualificati ai sedicesimi di Europa League come primi del gruppo D. Gattuso no  ha convocato Suso, Kessiè, Bonaventura e Donnarumma. 3-5-2 con Storari in porta, Paletta al centro della difesa. Centrocampo con Calabria e Antonelli sulle fasce, Locatelli, Biglia e Zanellato al centro. Cutrone-Andrè Silva sarà il tandem offensivo.

 

PER INFORMAZIONI DIRETTA STREAMING CLICCA QUI:

https://www.teleambiente.it/streaming-senza-pagare/ 

RIJEKA (4-2-3-1): Sluga; Vesovic, Zuparic, Puncec, Zuta; Pavicic, Males; Acosty, Puljic, Kvrzic; Gavranovic.

MILAN (3-5-2): Storari; Zapata, Paletta, Romagnoli; Calabria, Zanellato, Biglia, Locatelli, Antonelli; Cutrone, Andrè Silva.

Articolo precedenteGLIFOSATO, UNO SCANDALO EUROPEO. VEDI LE SCHEDE
Articolo successivoL’ARTE DELLA PIZZA DIVENTA BENE DELL’UMANITÀ