RifiutiRoma

Rifiuti Roma, il Tar annulla l’ordinanza di Zingaretti: nessun obbligo di scegliere un luogo per una nuova discarica

Condividi

Il Tar del Lazio ha annullato l’ordinanza del Presidente della Regione Zingaretti che obbligava la giunta capitolina a scegliere un luogo all’interno del territorio comunale per la creazione di una nuova discarica. Per la sindaca di Roma Virginia Raggi è “la vittoria di tutti i cittadini”.

Il Tar del Lazio ha annullato in giornata l’ordinanza sui rifiuti emanata dalla Regione Lazio per mano del suo Presidente Nicola Zingaretti, attraverso la quale si obbligava la città di Roma a realizzare “uno o più impianti di trattamento e una o più discariche sul territorio di Città metropolitana di Roma Capitale.”

Lo ha annunciato la Sindaca di Roma Virginia Raggi con un post su Facebook. Si tratta, secondo la Sindaca, di una “vittoria per tutti i cittadini e tutti i territori che, da troppi anni, pagano scelte scellerate calate dall’alto. Ora la Regione Lazio non ha più alibi.”

“I giudici hanno sgomberato il campo da ogni alibi”, prosegue la Sindaca. “Non si può fare politica su un tema così delicato, sulle spalle dei cittadini. È arrivato il momento che la Regione collabori per cercare soluzioni fattibili e concrete.”


Il 1 aprile di quest’anno la Regione ha emanato un’ordinanza con la quale imponeva al Campidoglio di individuare un sito per la discarica in città e ad Ama di operare una serie di scelte industriali.

Lazio, il rapporto con lo smaltimento rifiuti si complica: la sfida per chi governerà Roma

Il Tar però ha annullato l’Ordinanza ritenendo che la Regione non potesse utilizzare lo strumento dell’ordinanza contingibile e urgente per imporre al Campidoglio i suoi doveri. “L’ordinanza contingibile e urgente – si legge nella sentenza – è utilizzabile, inoltre, soltanto in via provvisoria, sussidiaria e straordinaria, quando la norma non preveda un atto amministrativo tipico e una specifica competenza ad adottarlo”

Si tratta di una vittoria  puramente giuridica, che non smuove di un centimetro l’emergenza rifiuti della Capitale verso una possibile soluzione, continuando invece il tira e molla tra comune e regione.

Raggi: “La mia Roma del futuro è green”. Intervista esclusiva alla sindaca di Roma

 

 

(Visited 16 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago