Rifiuti Roma, parte il piano di pulizia straordinaria. Accordo Raggi-Zingaretti-Costa

Rifiuti. Un incontro importante e costruttivo, che porterà Roma fuori dalla criticità un pochi giorni.

Lo definisce così, il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, il primo incontro della cabina di regia sui rifiuti a Roma con la sindaca, Virginia Raggi ed il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Durante l’incontro è stata stabilita una road map serrata per far uscire la capitale dallo stallo in cui si trova.

 

Per prima cosa sarà rimodulata l’ordinanza regionale, sarà ulteriormente potenziata la raccolta straordinaria di Ama ed infine sarà programmato un incontro dei tecnici ogni due giorni per monitorare la situazione costantemente e raccogliere e conferire i rifiuti accumulati.

Rifiuti, in due mesi i turisti trasformano una località in una discarica

“Abbiamo fatto l’incontro della cabina di regia che ha un senso politico e un senso tecnico. Il clima è molto disteso, abbiamo individuato belle soluzioni – ha detto Costa – sicuramente adesso proseguirà la raccolta dei rifiuti e si accelera secondo le possibilità”.

“Sicuramente ci prenderemo qualche giorno – ha spiegato il ministro dell’Ambiente – c’è la disponibilità della Regione ad aumentare i giorni per procedere alla raccolta straordinaria; c’è tutta la capienza degli impianti, una cosa importantissima, per cui i rifiuti a terra non rimarranno”.

Rifiuti, azienda condannata per traffico illegale di materiali contaminati

“La cosa più importante, ciò che io ho già detto – ha concluso Costa – è che ogni due giorni i tecnici della Regione, del Comune, dell’Ama si incontreranno per calibrare, in funzione della situazione che volta per volta emerge, la migliore raccolta dei rifiuti a terra e la loro predisposizione negli impianti che mi sembra la soluzione migliore”.

Ringraziando tutti gli impianti e i Comuni del Lazio che in questi giorni supporteranno la raccolta straordinaria, la Sindaca di Roma Virginia Raggi ha poi rivolto un appello a tutti i cittadini: “chiedo a tutti i cittadini da qui in avanti di aiutarci in un piano serio di raccolta differenziata perché solo in questo modo possiamo iniziare ad abbassare e ad abbattere la quota dell’indifferenziato che è la frazione in assoluto che ci crea più problemi”.

“Non solo – ha aggiunto Raggi – ma è quella che va a finire agli inceneritori e alle discariche e che non consente un riutilizzo bloccando il ciclo dei rifiuti in senso virtuoso. Nelle prossime settimane aumenteremo le aree di raccolta differenziata porta a porta. Abbiamo bisogno della collaborazione di tutti”.

Fino al raggiungimento della capienza massima intanto, gli impianti nella Regione prenderanno i rifiuti di Roma, ma i tecnici sono già a lavoro per trovare una soluzione nel medio-lungo termine.

Rifiuti e riciclo imballaggi, tutti i provvedimenti del Dl Crescita

Per Zingaretti, “la riunione è andata bene. In uno spirito di totale collaborazione tra tutti gli attori
istituzionali, che e’ la condizione fondamentale per affrontare i problemi. L’attuazione dell’ordinanza vede Il protagonismo di tutti e sta finalmente producendo i primi risultati nelle ultime 48 ore. Se continuiamo così sono convinto che il cambio di rotta e la strada giusta si vedranno con risultati presto percepibili. Già oggi la gran parte dei siti definiti a rischio e’ stata ripulita, quella vicino ai luoghi sensibili e insieme monitoreremo con due riunioni tecniche a settimana affinché il lavoro vada avanti fino alla pulizia completa“.

“Questo – ha aggiunto Zingaretti – è il segnale che oggi occorreva dare per rendere gli atti e i provvedimenti che si stanno assumendo i più seri e coordinati possibile e raggiungere il risultato che ci si era dati all’inizio: quello in tempi brevi, quelli che occorreranno, di arrivare ala risultato di togliere i rifiuti dalle strade. Era un impegno che, grazie anche a questa riunione, è molto più credibile e vicino nell’attuazione dell’ordinanza”.

A chi gli chiedeva se la scadenza di 7 giorni per ripulire la città resta immutata, Zingaretti ha replicato: “Questo lo valuteremo, l’importante e’ che ora esistono tutte le disponibilità degli impianti ed esiste la volontà di Ama, con gli sforzi che sta facendo, di voltare pagina. La strada è quella giusta, il cambio di rotta c’è ed è quello che ci si aspettava”.

(Visited 96 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!