Attualità

Copenaghen rivoluziona i rifiuti, apre una pista da sci sul tetto del termovalorizzatore

Condividi

Rifiuti. Ha aperto al pubblico sull’isola Amager di Copenaghen, in Danimarca, una pista da sci artificiale costruita sul tetto del termovalorizzatore Amager Bakke (anche conosciuto come Copenhill). 

Il termovalorizzatore, si trova a circa 10 minuti di macchina dal centro della città ed è stato aperto nel 2017, al posto di un inceneritore che entro il 2020 verrà convertito in una centrale a biomasse.

Questo impianto brucia 70 tonnellate di rifiuti all’ora, e in un anno è in grado di trattare circa 400mila tonnellate di rifiuti solidi prodotti a Copenaghen, prodotti da 550-700mila cittadini e 46mila imprese.

Con la spazzatura bruciata viene prodotta energia elettrica per circa 60mila famiglie e riscaldamento per 120mila.

Rifiuti Roma, Gassmann si sfoga sui social: “Una vergogna di dimensioni apocalittiche”e

La Pista da Sci

La pista da sci è lunga 400 metri e si estende per 10 mila metri quadrati.

Prevede diverse difficoltà (nera, rossa e azzurra) oltre a quattro skilift, un servizio di noleggio di sci e scarponi, dei punti di ristoro e una scuola di sci.

Se nevica, bene. Se non nevica, e fa caldo, l’erba sintetica permette di sciare tutto l’anno.

La pista è infatti realizzata con un materiale sintetico prodotto dall’azienda italiana Neveplast, che si trova a Albano Sant’Alessandro (Bergamo), che permette di sciare tutto l’anno con qualsiasi temperatura e anche in assenza di neve.

Il progetto dello studio danese Bjarke Ingels prevede poi percorsi per trekking e presto verrà inaugurata una parete per arrampicata artificiale alta 85 metri, la più alta del mondo.

Rifiuti, 15 giorni per evitare una crisi, ma è allarme impianti: Tmb Rocca Cencia è pieno

Il termovalorizzatore

La costruzione del termovalorizzatore è costata in tutto circa 610 milioni di euro, e negli scorsi anni se n’era parlato molto perché l’impianto era stato pensato non solo per smaltire i rifiuti ma anche per diventare un punto di ritrovo per i cittadini di Copenaghen.

(Visited 201 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago