brinchi multato per conferimento rifiuti a terra

Stefano Brinchi, ex amministratore delegato di Roma Servizi per la Mobilità, al centro delle polemiche anche per il suo comportamento durante l’amministrazione Raggi

Stefano Brinchi, ex amministratore delegato di Roma Servizi per la Mobilità e uomo di fiducia del Movimento 5 Stelle capitolino, è stato multato per aver conferito in modo improprio alcuni rifiuti.

Smascherato dalle foto-trappole installate in viale Ezra Pound,
nel quartiere Talenti, Brinchi è stato raggiunto da ben tre multe.

Per aver gettato un sacco nero pieno di rifiuti ai piedi di un cassettone colmo; per aver fatto lo stesso con uno scatolone di cartone; e per aver bloccato il bocchettone di un cassonetto dell’indifferenziata con l’immondizia che si era portato dietro nell’auto di servizio.

Tanto è bastato per far scattare le sanzioni comminati al dirigente dagli agenti del Nucleo Ambiente Decoro della polizia municipale di Roma Capitale dal peso complessivo di 600 euro.

Raggiunto dal quotidiano La Repubblica, Brinchi si è difeso così: “Ero perfettamente cosciente che c’erano le telecamere, ben visibili anche i cartelli che le segnalavano. Ma ero convinto di essere nel giusto visto lo stato dei cassonetti. Quando sono arrivate le multe ho pensato di fare ricorso. Ma poi, visto il mio ruolo, ho capito che non sarebbe stato il caso. Così ho pagato e basta”. 

Ma i guai per Brinchi non finiscono con le multe. L’ex manager 5 stelle, infatti, ora rischia anche un provvedimento disciplinare per uso improprio dell’auto di servizio. Il fascicolo è già arrivato ad Anna Donati, presidente del cda di Roma Servizi per la Mobilità che a marzo ha sostituito il tecnico pentastellato.

Ma Brinchi non ci sta: “L’auto di servizio? L’ho usata per i miei spostamenti di lavoro. Per scelte di chi c’era prima di me non c’era nemmeno l’autista. Tornando ai rifiuti, ora sono io che denuncio ai vigili i cassonetti pieni. Ormai sono una costante”.

Articolo precedenteArriva Ferragosto: ecco che tempo farà nel giorno più atteso dell’estate
Articolo successivoFrancia alla prese con gli incendi. Il video dei pompieri in azione nell’inferno di fuoco