Rifiuti, le boe galleggianti di River Cleaning arrivano sul Naviglio della Martesana

River Cleaning, le boe galleggianti per ripulire fiumi e corsi d’acqua dai rifiuti arrivano sul Naviglio della Martesana.

A Milano sulle sponde del Naviglio Martesana, tra via Melchiorre Gioia e via Tirano, è stato inaugurato River Cleaning, un sistema di boe galleggianti con l’obiettivo di combattere l’inquinamento nei corsi d’acqua. L’inquinamento nei mari e negli oceani è dovuto per l’80% dalla plastica che proviene dai fiumi.

Nel canale della Martesana, come in Darsena, la gente ha la cattiva abitudine di buttare bicchieri, bottiglie e plastica, senza pensare che quei i rifiuti vengono subito trasportati dalla corrente.

Una serie di galleggianti del diametro di 110 cm girano e spostano i rifiuti in un unico punto per accumularli e poi essere raccolti. Una soluzione innanzitutto a basso impatto ambientale, modulare e in grado di adattarsi a qualsiasi corso d’acqua. Non rovina la fauna, non consuma elettricità, richiede poca manutenzione ed è operativo 24 ore su 24.

River Cleaning, un’azienda veneta che da quattro ripulisce fiumi e corsi d’acqua da rifiuti plastici e oleosi

“River Cleaning si presenta oggi con la nuova soluzione per tutti i corsi d’acqua, anche quelli cittadini, in modo da poter essere più presente e creare un maggior senso civico. È una soluzione meno costosa ed invasiva che può essere installata in tutti i corsi d’acqua, anche i più piccoli. –  aveva spiegato a TeleAmbiente Vanni Covolo, fondatore di River Cleaning, nel corso dell’Ecofuturo Festival, dove è stata presentata la nuova tecnologia di River Cleaning nella versione aggiornata V4.22  – Ci siamo poi chiesti: qual è la soluzione per avere ancora meno manutenzione e poter generare energia? Abbiamo sviluppato un sistema emerso, sempre con boe galleggianti ma la struttura è completamente fuori dall’acqua. In questo modo riusciamo a prelevare l’energia e trasformarla in elettricità“.

Previous articleAccordo tra i partiti, sarà istituito un Consiglio scientifico per il Clima e l’Ambiente
Next articleLazio, la lontra torna nei fiumi della Regione dopo 22 anni. Il video