civico 5.0 riqualificazione energetica

È stato presentato ieri la quarta edizione del Report “Civico 5.0” di Legambiente sullo stato di efficienza del patrimonio edilizio italiano

Bisogna aiutare le classi sociali più bisognose a svolgere una reale riqualificazione energetica delle proprie abitazioni. È questo, in sintesi, il risultato di Civico 5.0, il rapporto di Legambiente sullo stato di efficienza del patrimonio edilizio italiano.

Il focus di questa quarta edizione, come era stato lo scorso anno, è sull’edilizia popolare da dove provengono i maggiori esempi di inefficienza energetica.

Il report è stato redatto partendo dall’analisi di 7 città in 5 regioni italiane. Qui i monitoraggi sono stati effettuati attraverso la tecnica delle termografie, in grado di rivelare il comportamento termico dei manufatti edilizi.

Civico 5.0, i risultati della ricerca

Il report presentato ieri – che contiene anche proposte per migliorare il Superbonus 110% – ha evidenziato diverse criticità nei quartieri più periferici nelle città prese in esame. Criticità che acuiscono le disuguaglianze già vissute prima dell’emergenza sanitaria e aggravate dal caro bollette post-pandemia che, secondo dati Arera, nel primo trimestre 2022 ha portato a un aumento del costo della bolletta luce del 131% rispetto all’anno precedente e del 94% di quella del gas.

Conoscere i territori, i quartieri e le loro problematicità è il primo passo per la loro transizione: chi si occupa dell’abitare nello spazio pubblico e privato ha una grande responsabilità, quella di ridefinire in maniera strutturale la politica energetica e abitativa di questo Paese, riducendo le asimmetrie e le disuguaglianze fra aree geografiche e persone”, osserva Katiuscia Eroe, responsabile Energia di Legambiente.

“La riqualificazione in chiave energetica unita alla rigenerazione urbana, all’elettrificazione dei consumi domestici e alla modifica degli stili di vita rappresenta una chiave fondamentale per affrontare le emergenze attuali, nonché un investimento senza pari per il futuro dell’Italia”, conclude.

Articolo precedenteGran Bretagna, la crisi dei “Fish and Chips”: migliaia di ristoranti chiudono per carenza di risorse
Articolo successivoArte coi mattoncini LEGO: la Notte Stellata di Van Gogh in 3D