ri-movie ciclo lazio valeriani

Premiati i ragazzi che hanno partecipato alla realizzazione di cortometraggi dedicati alla gestione dei rifiuti, alla raccolta differenziata e all’economia circolare.

Massimiliano Valeriani, assessore regionale al Ciclo dei rifiuti, ha premiato questa mattina 200 studenti delle scuole superiori di Roma e del Lazio, che hanno partecipato alla seconda edizione del progetto Ri-Movie Ciclo, la campagna di educazione ambientale promossa dalla Regione per sensibilizzare i giovani sulla corretta gestione del ciclo dei rifiuti e sul rispetto del patrimonio naturale. Conduttrice della manifestazione l’attrice Carlotta Rondana, che ha presentato la cerimonia di premiazione svoltasi al Teatro Anfitrione di Roma.

Con il progetto Ri-Movie Ciclo, realizzato in collaborazione con l’associazione culturale Gma e l’Istituto Cine-Tv Roberto Rossellini, sono stati scritti e prodotti cinque cortometraggi da parte degli studenti degli istituti superiori. Dalla raccolta differenziata alla gestione dei rifiuti, fino alla promozione di un’economia circolare, sono stati diversi i soggetti su cui si sono cimentati i ragazzi, scegliendo liberamente il genere cinematografico preferito (commedia, drammatico, documentario). In particolare, gli studenti hanno curato tutte le fasi di realizzazione del cortometraggio: sceneggiatura, regia, recitazione, riprese e montaggio. A ogni gruppo è stato inoltre assegnato un tutor per garantire un supporto in ogni momento della produzione, oltre ad un attore per la recitazione e un operatore per le riprese.

I licei e gli istituti superiori che hanno preso parte alla campagna di educazione ambientale hanno ricevuto in premio una targa ricordo, mentre i 200 studenti coinvolti hanno ritirato un attestato di partecipazione. Oltre alla manifestazione Ri-Movie Ciclo, la Regione ha promosso altre iniziative a favore delle scuole del Lazio, come il progetto di Capitan Ambiente, con lezioni, fumetti e cartoni animati destinati agli alunni delle elementari, e il bando regionale da 500.000 euro per sostenere il programma Scuole Plastic Free negli istituti superiori e nelle università.

Gli studenti stanno diventando i principali sostenitori della salvaguardia del pianeta: bisogna coniugare sviluppo, economia circolare e rispetto della natura per tutelare e valorizzare il nostro territorio” – ha spiegato Massimiliano Valeriani – “Con questa campagna vogliamo sensibilizzare ancora di più i giovani e le loro famiglie verso comportamenti virtuosi, aumentando la consapevolezza sui rischi per l’ambiente senza una corretta gestione dei rifiuti“.

Articolo precedenteUmbria, fine settimana ricco di eventi con The Niro, Masini e Simone Zanchini Quartet
Articolo successivoTrivelle, tavolo tecnico tra Zaia e i ministri