ClimaPolitica

Regno Unito, Gove attacca Trump e Bolsonaro: “Non comprendono la crisi climatica”

Condividi

Michael Gove ha annunciato la rivoluzione industriale “verde” del Regno Unito, accusando Trump e Bolsonaro per non aver compreso la crisi climatica.

Michael Gove ha implicitamente criticato Donald Trump e Jair Bolsonaro per il loro scetticismo sui cambiamenti climatici, rifiutandosi di commentare le voci che lo vedrebbero a capo dei preparativi per il COP26 di Glasgow. Gove, Cancelliere del ducato di Lancaster, una carica ministeriale, ha parlato ad un evento di Green Alliance per spiegare la forte posizione che avrà il Regno Unito al summit dell’ONU che si terrà a novembre.

Regno Unito, l’ex premier David Cameron rifiuta la presidenza della COP26

Una serie di voci di spicco nell’emergenza climatica sostengono che il Regno Unito sia in difficoltà nel preparare l’evento, difficoltà derivata dall’improvvisa rimozione di Claire O’Neill dalla presidenza del COP26, non ancora sostituita. O’Neill in seguito al licenziamento ha accusato Boris Johnson, sostenendo che il Primo ministro abbia dimostrato “una grande mancanza di leadership ed impegno” relativo all’evento e che non si in grado di comprendere l’argomento. David Cameron ha rifiutato la presidenza dell’evento e le voci si sono spostate su Gove, uno degli artefici del no-deal della Brexit. Ma rispondendo alle domande di Green Alliance Gove ha spiegato: “Sono molto contento del mio lavoro ma penso che ci siano molte persone talentuose in grado di assumere la Presidenza e fare un lavoro migliore di quello che farei io”.

Regno Unito, l’ASA blocca una pubblicità di Ryanair per greenwashing

Gove ha utilizzato il suo discorso per chiedere un azione globale per contrastare l’emergenza climatica, menzionando indirettamente il Presidente Trump e Jair Bolsonaro: “Non dovrei fare nomi di politici, tuttavia è importante che negli Stati Uniti e in Brasile ci siano persone in grado di svolgere un ruolo fondamentale per portare avanti i cambiamenti di cui abbiamo bisogno”. Prevedendo il COP26 come un successo, Gove ha promesso nuove politiche verdi per il Regno Unito nel settore dei trasporti, dell’energia e dell’edilizia e sostenendo che ci sia “una responsabilità da parte del Regno Unito come primo paese ad aver dato il via all’industrializzazione”.

Abbiamo una responsabilità come paese pioniere della rivoluzione industriale. Spetta a noi il compito di portare avanti la rivoluzione industriale verde”. Gove ha anche spiegato che l’evento di Glasgow dovrà essere il più trasparente possibile e coinvolgerà i cittadini con eventi e streaming. Tuttavia, il ministro non ha fornito dettagli su nuove politiche o indizi su quando verrà scelto il nuovo presidente del summit.

Cop26, partnership Italia -Regno Unito. Costa: “Due paesi che hanno posto come priorità il contrasto al cambiamento climatico”

Gove è stato spiazzato quando ha risposto a una domanda su cosa potrebbe decretare il successo del vertice. Gove ha iniziato parlando di “un’ accettazione della necessità di agire” ma un membro del pubblico l’ha rimproverato sostenendo che l’accettazione sia stata raggiunta 20 anni fa e che ora sono necessarie azioni concrete. Gove ha spiegato che “l’accettazione della necessità di agire porta ad azioni concrete e irreversibili“.

(Visited 26 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago