Inquinamento

Regno Unito, automobilisti pronti a soluzioni alternative contro inquinamento e traffico

Condividi

In un sondaggio di Automobile Association è emerso che metà degli automobilisti britannici è pronto a rivoluzionare il modo in cui si sposta all’interno delle città per ridurre traffico ed inquinamento.

Secondo un sondaggio gli automobilisti britannici sono pronti a cambiare il proprio stile di vita per proteggere l’ambiente e migliorare la qualità dell’aria. Dei circa 20,000 intervistati da Automobile Association (AA), la metà ha risposto che sarebbe disposta a muoversi maggiormente a piedi mentre il 40% a guidare meno. L’80% degli intervistati è pronto a compiere ulteriori azioni per ridurre le emissioni.

 

Regno Unito, uno studio promuove le e-bikes come soluzione per gli spostamenti

Il sondaggio è stato condotto a seguito del miglioramento della qualità dell’aria delle ultime settimane dovuto alle restrizioni agli spostamenti. Oltre a camminare di più e guidare meno, il 25% degli intervistati ha spiegato di voler recarsi a lavoro a piedi più frequentemente mentre un altro 25% ha detto di voler prendere meno l’aereo. “Abbiamo tutti goduto dei benefici dell’aria pulita durante il lockdown ed è gratificante vedere la maggior parte degli automobilisti disposta a fare il possibile per mantenere l’aria pulita” ha commentato Edmund King, presidente di AA “Gli spostamenti a piedi e in bicicletta, uniti allo smart working e al minor utilizzo dei veicoli privati, possono portare sia ad un calo del traffico che al miglioramento della qualità dell’aria”.

Regno Unito, nati dopo secoli i primi pulcini di cicogna bianca selvatica

AA ha chiesti agli automobilisti inglesi, che ora possono muoversi in macchina ed uscire di casa per fare attività fisica, di non spostarsi verso mete turistiche durante il Bank Holiday Monday. Il governo britannico ha promesso 250 milioni di sterline per migliorare le piste ciclabili e le aree pedonali e molte città stanno già destinando alcune strade a questo utilizzo. Si tratta della prima parte dell’investimento da 5 miliardi annunciato a febbraio. Tuttavia il Segretario dei trasporti Grant Shapps ha consigliato ai cittadini di spostarsi in macchina piuttosto che con i mezzi pubblici qualora non fosse possibile muoversi a piedi o in bicicletta. Secondo i ricercatori il traffico potrebbe tornare ai livelli precedenti una volta che saranno allentate le restrizioni. Il calo del traffico ha portato ad un calo delle emissioni di anidride carbonica del 17% ad inizio aprile.

Regno Unito, con il lockdown sono aumentate le vendite e l’utilizzo di biciclette

Per evitare l’aumento del traffico Automobile Association ha chiesto al governo di trovare una soluzione per aiutare le persone a muoversi quando non è possibile spostarsi a piedi o in bicicletta; secondo King è necessario creare dei parchi di emergenza e delle piste ciclabili ai confini delle città. Inoltre l’associazione sostiene che una volta che gli automobilisti torneranno ad utilizzare i proprio veicoli potrebbero trovare difficoltà dopo settimane senza guidare. AA ha registrato un aumento dei guasti nei veicoli negli ultimi giorni, dovuto al fatto che questi sono rimasti inutilizzati dall’inizio della quarantena. Il problema più diffuso riguarda la carica delle batterie.

(Visited 13 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago