regina elisabetta funerale sostenibilita bus

Le regole valgono per tutti i leader mondiali, ospiti d’onore, che parteciperanno alle esequie della sovrana britannica.

Il funerale della regina Elisabetta, previsto per lunedì 19 settembre, sarà all’insegna della sostenibilità ambientale. I leader mondiali che saranno tra gli ospiti d’onore alle esequie della sovrana, sono stati infatti invitati a raggiungere il Regno Unito su voli di linea e sarà loro vietato utilizzare jet privati o elicotteri durante gli spostamenti sul territorio britannico. Inoltre, non sarà possibile utilizzare auto blu personali per raggiungere l’abbazia di Westminster: per loro ci sarà un apposito bus che dalla zona Ovest di Londra li porterà direttamente ai funerali solenni.

Le insolite regole e lo scetticismo

A darne notizia è Politico. Una decisione che da un lato non può che essere elogiata, ma che dall’altro ha suscitato parecchio scetticismo tra le diplomazie di tutto il mondo. Un ambasciatore straniero, la cui nazionalità non è stata resa nota, ha protestato così su WhatsApp: “Ma vi immaginate Joe Biden su un bus?“. Ad ogni modo, considerando l’importanza dell’evento e il numero degli invitati, l’abbazia di Westminster sarà piena all’inverosimile. Anche i rappresentanti del Commonwealth hanno ricevuto precise disposizioni: potranno essere accompagnati solo dai coniugi e non ci sarà spazio per altri familiari o membri dello staff.

I partecipanti

Ci sono ancora molti dubbi sull’identità dei partecipanti. Tra gli invitati ci sono tutti i principali capi di Stato dei maggiori Paesi mondiali, ma non è escluso che questi possano delegare ad altri rappresentanti di Governo o diplomatici. Gli invitati potranno recarsi, nel tardo pomeriggio del 18 settembre, a Buckingham Palace, per la camera ardente della regina Elisabetta. I tempi si preannunciano molto stretti: non più di tre minuti per ogni leader mondiale.

Regole stringenti e Londra blindata

I bus destinati al trasporto dei leader mondiali saranno ovviamente protetti da ingenti misure di sicurezza. Proprio la sicurezza è la motivazione ufficiale per cui agli ospiti delle esequie solenni è stato richiesto di non utilizzare le auto blu personali. Il tutto avverrà in una Londra blindata come non mai e sembra proprio che da Buckingham Palace non ci sia lo spazio per alcuna deroga. Subito dopo il funerale, i leader mondiali si recheranno a piedi (ma sempre scortatissimi) a Dean’s Yard, per poi tornare al bus che li riporterà alle loro auto private.

Regina Elisabetta, la richiesta ambientalista

Il Dipartimento degli Esteri del Regno Unito ha ribadito la richiesta della famiglia reale, che risponde al tempo stesso alle istanze ambientaliste e alle criticità dal punto di vista della sicurezza. “Possibilmente, si richiede di arrivare con voli di linea e non con jet privati, anche per via del poco spazio disponibile all’aeroporto di Heathrow. In caso contrario, si richiede di utilizzare scali alternativi” – si legge nella nota inviata alle diplomazie straniere – “Per motivi di sicurezza aeronautica, non sarà possibile spostarsi in territorio britannico con elicotteri privati“.

Articolo precedenteA Bangkok tutti pazzi per la zuppa che cuoce da 48 anni
Articolo successivoApe entra nell’aereo: famiglia risarcita con 1.000 euro