Arriva Refundly.it, in pochi click un risarcimento per danni causati da buche stradali

287
0

Refundly.it è una piattaforma online, ideata dall’avvocato Stefano Terraneo, per chiedere un risarcimento per danni causati da buche stradali. Il Founder: “Ecco come funziona”.

Buche stradali, marciapiedi sbriciolati, scarsa manutenzione dei parchi. Le nostre città sono sempre più pericolose. Anche se ogni Comune ha il dovere di prendersi cura dei beni pubblici, la richiesta di un risarcimento danni per una caduta è sempre più faticosa. E così, Stefano Terraneo, avvocato di Milano esperto in Diritto Civile e Fallimentare, ha ideato Refundly.it per ottenere un indennizzo in pochi click.

È una piattaforma che fornisce servizi legali interamente online. Ho deciso di rivolgermi a quelle persone che hanno subito danni a causa di sinistri stradali provocati da buche, tombini rialzati, verde pubblico non curato“, spiega a Teleambiente il professionista. “Ho ideato Refundly.it dopo avere notato che tra i cittadini c’è una scarsa consapevolezza sulla possibilità di ottenere un risarcimento nel caso in cui incorrano in danni con l’auto, la moto, la bicicletta o anche a piedi, magari in una buca sul marciapiede“.

Eppure, anche chi ha gli strumenti per agire contro l’Ente responsabile del danno, non lo fa. “I motivi? Magari perché non si ha voglia di addentrarsi in lunghe trafile burocratiche oppure perché non si ritiene vantaggioso rivolgersi a un avvocato. Il danno subito, infatti, è spesso di valore esiguo. Quindi, si pensa che rivolgersi a un legale sia troppo costoso“, afferma Stefano Terraneo.

Ecco come funziona Refundly.it

La piattaforma garantisce al cittadino di ottenere un risarcimento in forma ultra-rapida, economica e smart, senza lunghe attese in Tribunale per vedere riconosciuti i propri diritti. Già, perché l’azione legale intrapresa sarà di tipo stragiudiziale, cioè senza la necessità di presentarsi davanti all’Autorità Giudiziaria. A occuparsi della gestione della pratica sarà il team di Refundly.it.

È una piattaforma completamente online, una vera e propria startup, che sarà implementata nel corso dei prossimi mesi. Dopo averci contattati, noi indichiamo la documentazione necessaria per fare una valutazione gratuita del caso. Poi, in seguito all’esito della verifica, comunichiamo al cliente la possibilità di agire, dando il via alla pratica“, racconta Stefano Terraneo. Che poi aggiunge: “Refundly.it aiuta il cittadino nella gestione delle attività più complesse, facendo da tramite con la Pubblica Amministrazione“.

E i costi? “Siamo economicamente favorevoli, meglio, non antieconomici. I prezzi per aderire al servizio sono trasparenti e ben esposti sul nostro sito“.

Che ci si trovi a Torino, a Roma o a Cagliari, Refundly.it ascolta le richieste di tutti i cittadini, a prescindere dal luogo di residenza. “Chiunque può usufruire della piattaforma, senza doversi recare fisicamente nei nostri uffici di Milano“, conclude Stefano Terraneo.

Articolo precedenteMarmolada, Giorgio Vacchiano: “Stessa causa della siccità, le soluzioni sono mitigazione e adattamento”
Articolo successivoRoma, vasto incendio al parco del Pineto: pioggia di cenere anche a km di distanza