AttualitàClima

Recovery Plan, Conte: “occasione per riportare Italia su sentiero di sviluppo sostenibile”

Condividi

Recovery Plan. “Questo progetto di rilancio dell’economia Europea, costituisce un’occasione senza precedenti anche per riportare l’Italia sul sentiero di crescita di sviluppo sostenibile e inclusivo”. A dirlo è il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, riferendo in Aula al Senato in vista del Consiglio Europeo del 15 e 16 ottobre prossimi.

Nel suo discorso, il Premier ringrazia i senatori delle Commissioni Bilancio e Politiche dell’Unione europea di Palazzo Madama per la relazione sul piano nazionale di ripresa e resilienza che – afferma – contiene indicazioni preziose per la redazione, l’attuazione e il monitoraggio del piano”.

“La doppia sfida posta della transizione ecologica e digitale – aggiunge Conte – costituisce inevitabilmente una priorità centrale per l’elaborazione del piano. In particolare il 40% delle risorse sarà dedicato a investimenti nella sostenibilità ambientale che aiutino il Paese a centrare gli obiettivi di riduzione delle emissioni, individuati dal piano nazionale integrato per l’energia e il clima. E contemporaneamente – aggiunge – promuovano nuove opportunità di occupazione, innovazione e sviluppo”.

Papa Francesco, l’appello per salvare la Terra: “Va protetta non spremuta come un’arancia” VIDEO

Il Premier assicura poi che “un’attenzione cruciale sarà dedicata alla valorizzazione del primato italiano nel settore dell’economia circolare – un primato di cui dobbiamo essere tutti orgogliosi -all’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati, con l’estensione misure già in vigore come il super bonus edilizio e al rilancio di investimenti cruciali nella tutela del territorio e del patrimonio idrico”.

“Un polmone verde per Roma”, parte il progetto di riforestazione Misura: 100 alberi nel parco dell’Aniene

“Inoltre – conclude Conte – all’obiettivo della digitalizzazione, dell’innovazione e della competitività del sistema produttivo sarà dedicato almeno il 20% delle risorse del Piano. Oltre a rilanciare e  raffinare le misure già vigenti, penso al pacchetto transizione 4.0,  una particolare attenzione sarà rivolta al fondamentale incremento delle competenze digitali sia della pubblica amministrazione sia del mondo produttivo e agli investimenti volti a colmare i divari digitali nella connettività fissa ma anche mobile che caratterizzano ancora molte aree del paese”.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago