Recovery Plan. “Questo progetto di rilancio dell’economia Europea, costituisce un’occasione senza precedenti anche per riportare l’Italia sul sentiero di crescita di sviluppo sostenibile e inclusivo”. A dirlo è il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, riferendo in Aula al Senato in vista del Consiglio Europeo del 15 e 16 ottobre prossimi.

Nel suo discorso, il Premier ringrazia i senatori delle Commissioni Bilancio e Politiche dell’Unione europea di Palazzo Madama per la relazione sul piano nazionale di ripresa e resilienza che – afferma – contiene indicazioni preziose per la redazione, l’attuazione e il monitoraggio del piano”.

“La doppia sfida posta della transizione ecologica e digitale – aggiunge Conte – costituisce inevitabilmente una priorità centrale per l’elaborazione del piano. In particolare il 40% delle risorse sarà dedicato a investimenti nella sostenibilità ambientale che aiutino il Paese a centrare gli obiettivi di riduzione delle emissioni, individuati dal piano nazionale integrato per l’energia e il clima. E contemporaneamente – aggiunge – promuovano nuove opportunità di occupazione, innovazione e sviluppo”.

Papa Francesco, l’appello per salvare la Terra: “Va protetta non spremuta come un’arancia” VIDEO

Il Premier assicura poi che “un’attenzione cruciale sarà dedicata alla valorizzazione del primato italiano nel settore dell’economia circolare – un primato di cui dobbiamo essere tutti orgogliosi -all’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati, con l’estensione misure già in vigore come il super bonus edilizio e al rilancio di investimenti cruciali nella tutela del territorio e del patrimonio idrico”.

“Un polmone verde per Roma”, parte il progetto di riforestazione Misura: 100 alberi nel parco dell’Aniene

“Inoltre – conclude Conte – all’obiettivo della digitalizzazione, dell’innovazione e della competitività del sistema produttivo sarà dedicato almeno il 20% delle risorse del Piano. Oltre a rilanciare e  raffinare le misure già vigenti, penso al pacchetto transizione 4.0,  una particolare attenzione sarà rivolta al fondamentale incremento delle competenze digitali sia della pubblica amministrazione sia del mondo produttivo e agli investimenti volti a colmare i divari digitali nella connettività fissa ma anche mobile che caratterizzano ancora molte aree del paese”.

Articolo precedenteItaly for Climate 2020: l’Italia ha rallentato il passo sulla strada della decarbonizzazione
Articolo successivoDecreto Agosto: via libera a bottiglie di plastica riciclata al 100%