Quota 100.

Chi e’ nato entro il 1956 e ha lavorato senza interruzioni almeno dal 1980 potra’ andare in pensione a partire da aprile: la cosiddetta “Quota 100” sperimentale per tre anni consente a chi ha maturato a fine 2018 almeno 62 anni di eta’ e 38 di contributi di andare in pensione anticipata. E’ prevista una finestra trimestrale per i lavoratori privati che quindi potranno andare in pensione da aprile e una semestrale per i pubblici che pero’ in sede di prima applicazione dovranno aspettare fino al primo agosto. La platea che potrebbe accedere alle misure e’ di circa 315.000 persone ma e’ probabile che il numero sia piu’ contenuto a causa della norma del divieto di cumulo con l’attivita’ lavorativa fino all’eta’ di vecchiaia. Potrebbe scoraggiare rispetto all’uscita anticipata anche l’importo ridotto di pensione a fronte di quello che si avrebbe avuto maturando i contributi fino all’eta’ di vecchiaia o alla pensione anticipata indipendente dall’eta’.

Ecco in estrema sintesi cosa prevede la nuova normativa:

QUOTA 100: si potra’ andare a riposo con 62 anni di eta’ e 38 di contributi con un vantaggio massimo rispetto alle regole attuali di cinque anni (67 anni per la vecchiaia, 43 e tre mesi per la pensione anticipata indipendentemente dall’eta’). La norma e’ sperimentale per il 2019-21. Ma si prevede che chi raggiunge i
requisiti nel triennio possa optare per quota 100 anche dopo il 2021.

NO AUMENTO 5 MESI ANTICIPATA MA CON FINESTRE: Si potra’ andare a riposo prima dei 62 anni se si sono maturati 42 anni e 10 mesi di contributi entro il 2018 (41 e 10 per le donne), ma si dovra’ attendere la finestra trimestrale. Quindi non e’ previsto l’incremento di cinque mesi che doveva scattare nel 2019 ma se ne attendono comunque tre.

PER PUBBLICI SEI MESI FINESTRA, PRIMA USCITA AGOSTO: per i dipendenti pubblici la finestra e’ semestrale ma la prima uscita possibile sara’ ad agosto. Di fatto per loro la Quota sara’ 101,2 con un minimo di 62 anni e sette mesi di eta’ e 38 anni 7 mesi di contributi per ricevere la pensione.

Articolo precedenteREDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, VIA LIBERA DEL CDM.
Articolo successivoRIGOPIANO, DUE ANNI FA LA TRAGEDIA. 25 INDAGATI, INCHIESTA VERSO LA CONCLUSIONE