L’elezione entra nel vivo con la prima votazione.

Ci siamo: il Parlamento in seduta comune, integrato dai delegati regionali, si sta riunendo proprio in questi minuti per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica.

Nell’Aula di Montecitorio, il presidente della Camera, Roberto Fico, ha aperto ufficialmente la votazione. Verranno chiamati a votare, in ordine alfabetico, prima i senatori, seguiti dai deputati e infine dai deputati regionali. Per chi è positivo o in isolamento a causa del Covid, è stato allestito un apposito seggio ‘drive-in’ all’esterno della Camera.

Per le prime tre votazioni, è necessaria una maggioranza qualificata (i due terzi dei votanti) per essere eletto. Dalla quarta votazione in poi, basterà la maggioranza assoluta (la metà più uno). A disciplinare l’elezione del presidente della Repubblica è la Costituzione: può essere eletto qualsiasi cittadino italiano che abbia compiuto 50 anni, che detenga i diritti civili e politici e che non ricopra altre cariche.

Articolo precedenteBus elettrici senza conducente, l’idea del Campidoglio per i trasporti di Roma
Articolo successivoSpagna, per la prima volta un cane in affido in base al legame affettivo