Oltre 150 cavallucci marini rilasciati nel Mar Piccolo di Taranto. Il video

Tra gli obiettivi del progetto scientifico, la salvaguardia di Hippocampus guttulatus a un passo dall’estinzione.

Dalla nascita all’Acquario di Genova, in Liguria, al trasferimento nel Mar Piccolo di Taranto, in Puglia, per contribuire alla salvaguardia della biodiversità locale. Questa la nuova vita di oltre 150 esemplari di cavalluccio marino rilasciati nello scrigno naturale del Sud Italia. A tutelare Hippocampus guttulatus è stato un progetto dell’Acquario di Genova, del Comune di Taranto, dell’Università degli Studi di Bari e del Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per lo Studio degli Impatti Antropici e Sostenibilità in Ambito Marino (CNR-IAS) di Palermo. Diversi gli step dell’iniziativa scientifica cominciata a giugno 2023 con il prelievo di coppie adulte di cavalluccio marino residenti in Puglia. Animali che, dopo essere stati spostati in sicurezza all’Acquario di Genova, si sono riprodotti. E così, dopo essere stati sorvegliati a vista dagli scienziati, i cuccioli sono stati portati a casa, nel Mar Piccolo di Taranto, in microriserve protette. Proprio qui Hippocampus guttulatus sempre più vittima di cambiamenti climatici, inquinamento ambientale e perdita di habitat proverà a scampare all’estinzione.