Spiaggiato e trovato morto un esemplare di Pseudorca neonato, a Belvedere Marittimo, sul litorale tirrenico di Cosenza. Intervenuta la Rete regionale spiaggiamento. Causa del decesso: possibile natura virale, non antropica. Ma si indagherà.

Un’esemplare Pseudorca crassidens neonato, appartenente alla famiglia dei delfinidi, è stato trovato morto, spiaggiato a Belvedere Marittimo, sul Tirreno, in provincia di Cosenza. Sul posto sono intervenuti Giorgio Kruklidis del Servizio veterinario Area C di Cetraro e Stefania Giglio dell’associazione Mare Calabria, afferenti alla Rete Regionale Spiaggiamento della Regione Calabria.

Plastica, scoperta isola di rifiuti anche in Italia nel Mar Tirreno

Delfini mutilati a causa dei pescherecci. Attivisti Sea Sheperd: “Fino a 10000 morti all’anno”

L’associazione Mare Calabria si occupa della tutela dei cetacei, degli squali e delle tartarughe marine, soccorrendo e recuperando gli animali rinvenuti in difficoltà ed è parte attiva della Rete Regionale d’intervento per lo studio e il recupero degli animali spiaggiati. Al verificarsi di casi di spiaggiamento di cetacei, squali o tartarughe marine, la Capitaneria di Porto provvede infatti a contattare l’Associazione, per il recupero e il soccorso dell’animale.

Tartaruga Caretta caretta ritrovata morta, la bocca strabordante di plastica

Meduse spiaggiate, scatta l’allarme. Cosa sta succedendo? VIDEO

L’animale è stato consegnato dal servizio veterinario e trasportato al Museo della Pesca e del Mare di Montepaone (Catanzaro).La morte, è stato riferito, è presumibilmente di origine virale legata alla specie e non riferibile ad alcuna attività antropica legata alla pesca o di altra natura. La rete Nazionale di Istituti Zooprofilattici effettuerà debite indagini necroscopiche per risalire alle cause di morte al fine di tutelare la specie.

Articolo precedenteIsole italiane in vendita, l’allarme lanciato da Angelo Bonelli (Verdi)
Articolo successivoCattiva alimentazione, 1 decesso su 5 nel mondo