Attualità

SEMPRE PIU’ ITALIANI MANGIANO BIO, VENDITE IN AUMENTO DEL 10,5%

Condividi

Prodotti Bio. I prodotti bio piacciono sempre di più agli italiani.

Ogni settimana, il biologico entra nel carrello della spesa di 6,5 milioni di famiglie, pari al 26% del totale.

A dirlo, sono i dati presentati in vista dell’apertura del Salone internazionale del biologico e del naturale (Sana) in programma a Bologna dal 7 al 10 settembre e organizzata da BolognaFiere in collaborazione con FederBio e con il patrocinio dei ministeri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo.

Dai dati emerge anche che nei primi cinque mesi del 2018 le vendite dei prodotti biologici sono aumentare del 10,5%, contro la crescita del 2,8% registrata nel settore alimentare nel suo complesso.

Secondo dati recenti di Nomisma, inoltre, i consumi interni  si attestano a 3,5 miliardi di euro, il 15% in piu’ rispetto al 2016.

Ad oggi, i prodotti che vanno per la maggiore sono: uova, gallette di cereali soffiati, confetture e spalmabili a base di frutta, bevande vegetali sostitutive del latte, olio extravergine d’oliva, latte fresco, pasta, frutta secca sgusciata, yogurt intero e biscotti.

Quanto alla distribuzione dei consumi, il Sud con un +19,7% fa da traino per il resto dello stivale, anche se la penetrazione del bio nel Mezzogiorno è ferma al 2.1%.

Nel Nord Est invece, il biologico è pari al 4,4% della spesa alimentare e cresce del 14,1%.

Al Centro il peso è del 3,6% e la crescita del 14,9%, a Nord ovest la quota è del 3,5% e l’ incremento del 12,1%.

(Visited 74 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago