La presidenza ceca del Consiglio Ue ha presentato una proposta di price cap sul gas che dovrà essere discussa il 13 dicembre. I dettagli su cosa prevede e sulle differenze con la proposta della Commissione europea nel servizio video

Price cap europeo sul gas, ultimo atto. La presidenza ceca del Consiglio Ue ha deciso di imprimere un’accelerazione a un processo – quello che dovrebbe portare a un tetto al prezzo del gas in Europa – che ormai sembrava morto e sepolto.

Il governo della Repubblica Ceca, dunque, sta lavorando per far passare la sua proposta durante il Consiglio Ue sull’energia previsto per il 13 dicembre. La proposta ceca prevede delle modifiche sostanziali rispetto al documento presentato a novembre dalla Commissione europea e che aveva visto assai critici i Paesi che un price cap lo chiedono da tempo. Perché quella proposta – a loro dire – era del tutto inadeguata e spostata verso le ragioni di Germania e Olanda che il tetto non lo vogliono.

Cosa prevede la nuova proposta sul price cap

La proposta ceca su cui i 27 dovranno discutere prevede che il tetto scatterebbe solo quando il prezzo del gas supera i 220 euro per 5 giorni consecutivi (nella proposta della Commissione Ue scattava a 275 euro per 14 giorni consecutivi) e quando la differenza del prezzo sul mercato Ttf di Amsterdam e il prezzo di riferimento del Gnl supera i 35 euro per 5 giorni (nella proposta della Commissione si parlava di 58 euro per 10 giorni).

L’introduzione di un price cap sul gas farebbe assai bene all’Italia. Lo sa bene la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen che, parlando degli esempi virtuosi di compensazione ha detto: “L’Italia è uno dei Paesi più colpiti dal ricatto del gas della Russia. Putin ha tagliato le sue esportazioni di gas da gasdotto verso l’Europa dell’80%, in 8 mesi. Ma siamo riusciti a compensare. E l’Italia è un esempio perfetto”. 

Articolo precedenteModa, quanti vestiti dovremmo acquistare all’anno per essere sostenibili?
Articolo successivoCaro-bollette, la classifica delle città in cui prezzi di luce e gas sono aumentati di più