Politica

Politica, si avvicina l’ora X per Trump: entro Natale si vota per l’impeachment

Condividi

La Camera dei Deputati americana accelera le procedure per il voto sull’ impeachment di Donald Trump che potrebbbe chiudere l’epopea del Presidente americano più antiambientalista della storia.

 

Il Presidente americano più discusso, più antiambientalista, più legato alle lobby delle armi e dei carburanti fossili della storia recente potrebbe vedere la sua carriera alla Casa Bianca chiudersi in anticipo.

La speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi,  ha infatti accelerato i tempi e ordinato di procedere con gli articoli dell’impeachment ( il procedimento di messa in stato d’accusa del Presidente  da parte delle Camere del Parlamento per reati gravi e gravissimi) contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump per l’Ucrainagate, spianando la strada al voto in aula entro Natale.

Ambiente, Trump mette a serio rischio il futuro della ricerca scientifica

È in gioco la nostra democrazia. In America nessuno è sopra la legge. Il presidente non ci lascia altra scelta perché sta tentando di corrompere nuovamente le elezioni a suo vantaggio”, ha scandito solennemente in un discorso formale di sei minuti a Capitol Hill.

“I fatti – ha incalzato Pelosi dopo essersi richiamata ai padri fondatori – sono incontestabili: Trump ha abusato dei suoi poteri per un suo beneficio politico a spese della nostra sicurezza nazionale, bloccando gli aiuti militari e un invito alla Casa Bianca (al presidente ucraino) in cambio dell’annuncio di un’indagine su un suo rivale politico”, ossia Joe Biden, capocorsa dei democratici nella corsa alla Casa Bianca.

Clima Accordo di Parigi, Trump conferma: “Gli Stati Uniti si ritireranno”

“Una grave violazione della costituzione” che a suo avviso è stata confermata “senza dubbi” dai costituzionalisti sentiti ieri nella prima udienza della commissione Giustizia della Camera, che ora ha fissato una nuova udienza lunedì per la presentazione delle prove.

Entro la fine della prossima settimana o al massimo inizio della prossima potrebbero essere votati gli articoli, poi ci sarà il voto finale della Camera, probabilmente entro Natale. I capi di imputazione evocati sinora sono abuso di potere, ostruzione del Congresso e della giustizia, ma Pelosi è stata evasiva sulla possibilità che siano incluse anche accuse legate al Russiagate.

Poco prima del suo intervento, Trump aveva accusato i democratici di voler trasformare l’impeachment in un’arma “di routine” contro i futuri presidenti e li aveva sfidati a fare in fretta per “avere un processo giusto in Senato”, dove “avremo Schiff (il presidente della commissione Intelligence della Camera), i Biden, Pelosi e molti altri a testimoniare. E riveleremo, per la prima volta, quanto corrotto è il nostro sistema”.

Trump e la guerra all’ambiente: muro in una riserva Unesco e industrie libere di inquinare

Tweet che rivelano la sua strategia: boicottare il processo alla Camera, dove i democratici hanno la maggioranza, e usare il Senato, controllato dai repubblicani “più uniti che mai” non solo per “vincere” con un’assoluzione ma anche per fare un contro processo. In particolare a Joe Biden e a suo figlio Hunter, da lui accusati di corruzione per le loro attività in Ucraina.

Insomma la strada per liberarsi da Trump è tutt’altro che in discesa, ma un’eventuale condanna alla Camera potrebbe dare una spinta decisiva ai democratici americani per le prossime elezioni presidenziali del 2020.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago