AttualitàCultura

Giornata Mondiale della Poesia, ricorrono 90 anni dalla nascita di Alda Merini

Condividi

Sono nata il ventuno a primavera

ma non sapevo che nascere folle,

aprire le zolle

potesse scatenar tempesta.

Così Proserpina lieve

vede piovere sulle erbe,

sui grossi frumenti gentili

e piange sempre la sera.

Forse è la sua preghiera.

Alda Merini, Vuoto d’amore, Einaudi

 

Ricorrono oggi, 21 marzo 2021, Giornata Mondiale della Poesia, i 90 anni dalla nascita di una delle più importanti donne della cultura italiana: la scrittrice e poetessa, Alda Merini.

Nata il 21 marzo 1931, studentessa modello, aveva solo 15 anni quando il noto critico letterario, Giacinto Spagnoletti, scrisse la prima recensione di una sua poesia.

Oggi, è considerata la poetessa più importante nel panorama della letteratura italiana contemporanea.

Alda Merini ha trasformato in prosa e poesia, i suoi pensieri, tutto il dolore sofferto nel corso della sua vita: dalla depressione post partum agli anni rinchiusa in manicomio per un disturbo bipolare.

Nel 1947 all’insorgere di quelle che definisce le “prime ombre della sua mente”, viene internata per circa un mese nell’ospedale psichiatrico di Villa Turno.

Nel 1950 Spagnoletti pubblica due lavori della poetessa dal titolo “Il gobbo” e “Luce” nella “Antologia della poesia italiana 1909–1949”.

Nel 1951, l’editore Scheiwiller, consigliato da Eugenio Montale, stampa due poesie inedite di Alda Merini in “Poetesse del Novecento” e in quegli stessi anni Alda Merini frequenta per lavoro e per amicizia Salvatore Quasimodo.

Nel 1953 sposa Ettore Carniti, proprietario di alcune panetterie di Milano, ed esce il primo volume di versi intitolato “La presenza di Orfeo”.

Due anni dopo pubblica “Nozze Romane” e “Paura di Dio”.

Dopo la nascita, nel 1955, della primogenita Emanuela, per la poetessa inizia un triste periodo di silenzio e di isolamento: viene infatti internata al “Paolo Pini” fino al 1972.

Durante questi anni, Alda Merini continua a frequentare la sua famiglia ed infatti nascono altre tre figlie (Barbara, Flavia e Simonetta).

Seguono altri anni in cui si alternano periodi di salute e di malattia, ma nel 1979 torna a scrivere e racconta la sua esperienza in manicomio.

Le opere, raccolte in “La Terra Santa”, vengono pubblicate nel 1984.

Rimasta vedova, nel 1981, Alda Merini decide di dare in affitto una delle camere di casa sua al pittore Charles ed inizia a comunicare telefonicamente con il poeta Michele Pierri, suo estimatore.

Nel 1983 i due si sposano e si trasferiscono a Taranto, dove rimarranno tre anni.

In questo periodo, oltre a scrivere poesie, la poetessa torna nuovamente in manicomio.

Nel 1986 torna a Milano ed inizia una terapia con la dottoressa Marcella Rizzo.

Fino al 2003 scrive e pubblica diverse opere, riceve il Premio Librex-Guggenheim “Eugenio Montale” per la Poesia; le viene assegnato il “Premio Viareggio” per il volume “La vita facile” ed il “Premio Procida-Elsa Morante”.

Nel febbraio del 2004 viene ricoverata all’Ospedale San Paolo di Milano per problemi di salute ed esce un disco che contiene undici brani cantati da Milva tratti dalle poesie di Alda Merini.

Risale al 2006 il suo ultimo lavoro: “La nera novella” (Rizzoli).

Il 1 novembre 2009, Alda Merini muore a Milano nel reparto di oncologia dell’ospedale San Paolo a causa di un tumore osseo.

Per ricordare la sua vita e le sue opere, le figlie Emanuela, Barbara, Flavia e Simonetta, hanno creato il sito internet www.aldamerini.it, un’antologia in ricordo della poetessa, un elogio all'”ape furibonda”, alla sua figura di scrittrice e madre.

Cristiana Pegoraro, la pianista di fama internazionale celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua con un video

Giornata Mondiale della Poesia:

La Giornata mondiale della poesia è stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente.

La scelta della data, che ricade nel primo giorno di primavera, riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturale, della diversità linguistica, della comunicazione e della pace.

La celebrazione della Giornata Mondiale della Poesia rappresenta “l’incontro tra le diverse forme della creatività, affrontando le sfide che la comunicazione e la cultura attraversano in questi anni”, spiega Giovanni Puglisi, già Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.

“Tra le diverse forme di espressione, infatti, ogni società umana guarda all’antichissimo statuto dell’arte poetica come ad un luogo fondante della memoria, base di tutte le altre forme della creatività letteraria ed artistica”.

Giornata Internazionale delle Foreste, le migliori app per salvare il Pianeta

Per celebrare la Giornata Mondiale della Poesia, l’Associazione Amici Arte Moderna di Valle Giulia ha organizzato per Lunedì 22 marzo 2021 ore 18:00 un webinar zoom.

Letture di Alessandro Preziosi, Anna Testa, Daniele Mencarelli e altri personaggi della nostra cultura poetica.

 

Entra nella riunione in Zoom
https://us02web.zoom.us/j/4607725484?pwd=NXJVUlQ5WGdTOFQrV3d0c08wenhNUT09

ID riunione: 460 772 5484
Passcode: 240321

La Poesia è la scrittura con la penna stilografica. 

La poesia ci aiuta a vivere!

 

(Visited 271 times, 2 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago