Plastica, a Rimini vietati bicchieri e cannucce

Plastica. Rimini bicchieri e cannucce di plastica saranno vietati dall’ordinanza balneare che sta per essere emanata dal Comune, su tutto il litorare. Al loro posto gli operatori della somministrazione dovranno servire bicchieri di carta o di materiale compostabile. Ammesso l’uso di altri oggetti monouso. Divieto di fumo su bagnasciuga e spiagge libere.

Rivoluzione all’insegna della sostenibilità a Rimini. L’amministrazione approverà a metà aprile  l’ordinanza balneare contenente norme specifiche per metteranno al bando bicchieri e cannucce monouso in tutti gli stabilimenti del capoluogo romagnolo e le sigarette sul bagnasciuga — la “passeggiata” a ridosso della riva del mare — e in tutte le spiagge libere.

Cannucce di pasta, le alternative possibili alla plastica

Mc Donald’s vieta le cannucce di plastica in gran bretagna

Non più bicchieri e cannucce di plastica, al loro posto carta e materiale compostabile, per le cannucce, a limite il bambù. Ristobar e chiringuitos – i chioschi a pochi passi dalla riva del mare sempre più amati da residenti e turisti in riviera – dovranno servire drink e bevande  in bicchieri di carta o materiale compostabile.
Per quanto riguarda le cannucce, una valida alternativa alla plastica potrà essere il bambù. «Ma in realtà – spiega l’Assessore all’ambiente del Comune di Rimini Anna Montinidelle cannucce si potrebbe anche fare a meno, anche se poi è giusto che gli operatori scelgano materiali alternativi».

Plastica, al bando i prodotti monouso nel’isola di Ischia

Plastica, negozi e ristoranti di Milano dicono addio al monouso

Piatti e posate monouso ancora ammessi. Il divieto  non riguarderà altri oggetti monouso come i piatti. «Un divieto totale sarebbe troppo impattante non solo per le persone e gli operatori ma anche al netto delle scorte di materiale che hanno fatto i rivenditori. Per ora le restrizioni riguardanti bicchieri e cannucce monouso verranno fatte rispettare anche – ma speriamo proprio di no – con le sanzioni. Vogliamo mandare un messaggio importante al Paese sotto il profilo della sostenibilità ambientale e incoraggiare cittadini e turisti a cambiare abitudini nel rispetto dell’ambiente». Concesso l’uso di bicchieri in plastica lavabili in lavastoviglie e per questo riutilizzabili, non saranno soggetti a divieto.

Plastica, scoperta isola di rifiuti anche in Italia nel Mar Tirreno

Acqua nelle bottigliette di plastica? Non più. Arrivano le università green

Divieto di fumo su  spiagge libere e basgnasciuga. Si tratta di una soluzione di compromesso: restrizioni “soft”,  limitate a spiagge libere e bagnasciuga. Compromesso, perché la proposta iniziale, avanzata dall’Assessore alla Sicurezza e Igiene Pubblica del Comune romagnolo Jamil Sadegholvaad , suggeriva di rendere smoke free le spiagge dell’intero litorale riminese, che si estende per 16 km. Il divieto avrebbe dovuto interessare tutti gli stabilimenti balneari, che si sarebbero dovuti attrezzare con aree delimitate dedicate ai fumatori. La proposta non aveva però incontrato il favore degli operatori di settore che l’avevano bollata come un «boomerang destinato a rendere meno attrattive le spiagge», come riferito dal presidente della Cooperativa bagnini Rimini sud Mauro Vanni. Si è optato così a una soluzione meno radicale, nella speranza che le decisioni adottate fungano da apripista per altre iniziative volte a disincentivare i bagnanti a fumare in spiaggia.

Sardegna, vietato fumare in Spiaggia. Anche Stintino e Alghero seguono l’esempio di Bibione

(Visited 143 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!