Rifiuti

Plastica, parte a Civitavecchia l’iniziativa a bordo della “Lady Lauren”: in barca a caccia di rifiuti

Condividi

Parte da Civitavecchia l’iniziativa organizzata dalla Onlus “I Tetragonauti”: si parte a bordo della barca “Lady Lauren”, per il recupero della plastica in mare.

I Tetragonauti” Aps è una onlus che progetta e gestisce percorsi in mare con un’imbarcazione denominata “Lady Lauren” per persone in situazioni di fragilità orientandole verso una loro autonomia e rendendole protagoniste della loro vita.


Nell’ambito del progetto denominato “A scuola del mare”, l’associazione e Fare Verde hanno organizzato la raccolta della plastica in mare durante la navigazione, coinvolgendo fattivamente i ragazzi anche in un’iniziativa a tutela dell’ambiente. Il 10 maggio 2021 alle ore 17:30 l’imbarcazione Lady Lauren attraccherà presso la banchina del porto di Civitavecchia, dove il gruppo dei volontari di Fare Verde ritirerà dall’equipaggio la plastica raccolta in mare.

Stop alla plastica monouso, Marevivo: “Vittoria! La notizia arriva alla vigilia dell’Earth Day”

Succede a bordo della Lady Lauren, un ketch di 22 metri a due alberi, modello Scorpio 72, condotto dall’equipaggio de I Tetragonauti Onlus, associazione di promozione sociale che dal 2003 cerca di educare attraverso il mare. “Il nome mi è venuto leggendo I Tetragonauti dell’autore svedese Gérard Borg, che racconta in modo poetico di navigatori e marinai”, dice Gabriele Gaudenzi, ex insegnante di educazione fisica e fondatore della Onlus, nonché comandante dell’equipaggio, raggiunto mentre è in navigazione verso Catania.

Plastica, una grave minaccia per il Mediterraneo: le azioni Salva Mare di Ambiente Mare Italia

“A quei tempi lavoravo già sugli sci – anche in ambito paralimpico –  così come sull’acqua con persone con disabilità, e sperimentavo ogni giorno gli ottimi risultati che questo tipo di attività fisica comportava. Ho cominciato poi ad avvicinarmi ad adolescenti problematici realizzando che la navigazione a vela, la gestione comunitaria delle attività a bordo e le attività in acqua, lo stretto rapporto con l’ambiente naturale avrebbero potuto avere una forte valenza educativa. Piano piano è così maturata l’idea de I Tetragonauti, ovvero educatori-viaggiatori che portassero sul mare persone con diverse fragilità o comunque in difficoltà, a cui offrire esperienze educative e formative, percorsi di crescita e di cambiamento. E quando, grazie anche all’aiuto di un imprenditore – Marco Spagna – ho intravisto la possibilità di rendere tangibile quel sogno, sono partito”.

Il presidente e la vicepresidente di Fare Verde, rispettivamente Polo Giardini e Valentina Flacchi, rinnovano il loro sostegno e ringraziano i Tetragonauti per il grande lavoro che stanno svolgendo con i ragazzi.

 

(Visited 54 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago