Attualità

Plastica, al bando i prodotti monouso nel’isola di Ischia

Condividi

Plastica.  Anche l’isola campana dice addio alla plastica monouso. Ischia diventa ufficialmente “plastic-free” dall’estate 2019. Il divieto di utilizzare stoviglie, cannucce e prodotti usa e getta in plastica è esteso a tutto il territorio isolano, comprese le spiagge e tutta la fascia costiera.

Anche Ischia dice addio alla plastica usa e getta: i sei comuni dell’isola campana hanno deciso per la messa al bando dei prodotti monouso alimentari in materiale plastico. L’ordinanza è stata deliberata durante l’assemblea del Consorzio Intercomunale Servizi Ischia (CISI) e approvata all’unanimità. Il divieto di utilizzare stoviglie, cannucce e prodotti usa e getta in plastica è esteso a tutto il territorio isolano, comprese le spiagge e tutta la fascia costiera.  Sanzioni fino a 500 euro.

L’Isola di Ischia segue, dunque, l’esempio delle Isole Tremiti, di Lampedusa,del comune di Pollica e della Puglia tutta che anticipano di due anni la messa al bando della plastica monouso.

Isole Tremiti, stop al monouso. Parte l’ordinanza

Lampedusa plastic-free, un’azione concreta per la tutela dell’ambiente 

Anche l’Isola D’Elba aderisce alla campagna plastic-free

Contro l’inquinamento palloncini ecologici in volo a Bari

Maria Teresa Imparato, presidente di Legambiente Campania: “Quella dei sei Comuni dell’isola di Ischia è un’ottima notizia per il mare. In una giornata in cui un milione di studentesse e studenti sono scesi in piazza per chiedere attenzione su fenomeni importanti come i cambiamenti climatici questa ordinanza è un atto concreto per mettere in campo una politica di prevenzione sulla prevenzione dei rifiuti”.

Barletta, i pescatori potranno recuperare la plastica in mare

Scoperta isola di rifiuti anche in Italia nel Mar Tirreno

Negozi e ristoranti di Milano dicono addio al monouso

Nel testo “Manufatti monouso ad uso alimentare in plastica non riciclabile – Divieto all’uso, della detenzione, dell’importazione e della commercializzazione” è specificato:   “Al fine di minimizzare l’utilizzo di manufatti in plastica ad uso alimentare in vista dalla massima riduzione della produzione dei rifiuti, delle emissioni inquinanti e della contaminazione  ambientale, E’ VIETATO in tutto il territorio comunale, compreso le spiagge e tutta la fascia costiera, l’uso, la detenzione, la commercializzazione e l’importazione di manufatti monouso ad uso alimentare in plastica  (bicchieri, piatti, posate, nonché contenitori monouso utilizzati nella ristorazione e negli esercizi ricettivi, compresi i servizi di cosiddetto “take away”, ecc.). La trasgressione della presente disposizione comporterà l’erogazione di sanzione amministrativa pecuniaria fino ad euro 500, di cui all’art. 7 bis del D.Lgs. n°267/2000; DISPONE Il Comando di Polizia Municipale, l’UTC e il Servizio Demanio e Patrimonio sono incaricati di eseguire e far osservare la presente ordinanza”.

(Visited 146 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago