Attualità

Un gelato in cambio di una bottiglia: arriva l’iniziativa contro la plastica sulle spiagge

Condividi

In Sardegna chi ricicla una bottiglia di plastica otterrà in cambio un gelato in riva al mare. “Con questa iniziativa vogliamo promuovere tra i nostri partner e i nostri consumatori il rispetto dell’ambiente”, spiega Marcello Muntoni, fondatore di Bolmea, azienda sarda di gelati.

Contro la plastica sulle spiagge e mari italiani, durante tutta la settimana dal 12 al 18 agosto, dalle 18 alle 20, all’orario dell’aperitivo, si potrà chiedere nelle cinque spiagge aderenti all’iniziativa un secchiello nel quale raccogliere i rifiuti prodotti o trovati sulla spiaggia.

Stop alle bottiglie di plastica: solo materiali sostenibili all’aeroporto di San Francisco

Una volta riempito, il secchiello dovrà essere restituito e tutti i rifiuti saranno differenziati e pronti per essere riciclati. Con questo semplice gesto si vincerà la “coppetta del riciclo”, colma di gelato dell’azienda sarda Bolmea, con tre gusti a scelta.

“Con questa iniziativa vogliamo promuovere tra i nostri partner e i nostri consumatori il rispetto dell’ambiente e del nostro territorio da cui ogni giorno raccogliamo le migliori materie prime per i nostri prodotti – spiega Marcello Muntoni, fondatore di Bolmea – i nostri gelati, infatti, sono realizzati utilizzando come ingredienti solo eccellenze territoriali e il nostro packaging è realizzato totalmente in cartone alimentare riciclabile”.

Un libro in cambio di una bottiglia di plastica: il libraio che lotta per l’ambiente

Ecco i litorali coinvolti:

  • spiaggia San Pietro a Valledoria presso il Chiosco l’Onda;
  • spiaggia Li Feruli a Trinità d’Agulto presso il chiosco La Rena;
  • spiaggia Ira di Porto Rotondo presso il Chiosco Ale Summer;
  • spiaggia Terza Spiaggia a Porto Istana presso il Bar Atacama;
  • spiaggia di Baia Cea Tortolì presso il Chiosco Mari di Cea.

Bioplastica biodegrabile e compostabile negli stabilimenti. Ecco il primo lido in Italia

Secondo l’ultimo report del WWF, ogni giorno finiscono 90 tonnellate di rifiuti plastici con un aumento medio del 30% nella stagione estiva. Dopo i divieti imposti dai comuni, ora sono i privati a investire sui litorali più puliti:

(Visited 70 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago