Riciclo e Riuso

Plastica riciclata usata per dipingere: l’idea di un’artista filippino VIDEO

Condividi

Gilbert Angeles è un pittore filippino diventato famoso grazie all’uso della plastica riciclata usata come colori per dipingere. Adesso i suoi quadri sono esposti nelle gallerie d’arte di tutto il mondo.


Quando l’artista filippino Gilbert Angeles ha scoperto che il suo paese era uno dei maggiori inquinatori del mondo, con tonnellate di rifiuti riversati ogni anno nell’oceano, si è sentito in dovere di agire.

Angeles ha deciso che il modo migliore per mostrare come si potesse dare una nuova vita ai rifiuti  era incorporare nei suoi dipinti materiali che vanno dalla plastica sminuzzata alla vecchia vernice e al legno da costruzione avanzato, realizzando oltre due dozzine di dipinti di questo tipo in 2 anni.

Plastica, la lotta al monouso diventa arte: ecco il Museum of Plastic

Realizzo queste opere d’arte per aumentare la consapevolezza sul tema dei rifiuti in modo da poter combattere la spazzatura nella nostra zona, per renderci più responsabili nel modo in cui smaltiamo la nostra spazzatura e per renderci consapevoli di dove va a finire“, ha detto l’artista quarantanovenne.

L’artista si procura i materiali da tutto il suo quartiere di Manila o attraverso donazioni dai contatti che ha stretto da quando ha lanciato la sua campagna ambientale.

 


Angeles ricorda di essere stata spronata ad accettare il progetto dopo aver visto un servizio giornalistico sulle Filippine che indicava il paese come uno dei principali contributori dei rifiuti di plastica.

Filippine, Indonesia, Thailandia, Vietnam e Cina rappresentano circa il 60% della plastica presente negli oceani del mondo,  8 milioni di tonnellate scaricate all’anno, secondo un rapporto del 2017 dell’Ocean Conservancy e del McKinsey Center for Business and Environment.

Plastica, artista indiano trasforma una montagna di rifiuti in un’opera d’arte contemporanea VIDEO

Da allora le opere d’arte di Angeles sono state esposte nelle gallerie di tutto il paese, con dipinti venduti da circa $ 600 a $ 3.000, a seconda delle dimensioni. Parte del ricavato va al suo gruppo ambientalista, Green Artz, che incoraggia gli artisti a utilizzare i rifiuti riciclati nel loro lavoro.

“Mi piace il fatto che ci dia speranza”, ha detto Linda Pecoraro, direttore generale del Conrad Hotel, dove sono esposte le opere di Angeles.

“Ha bellissimi colori e  mi piace l’idea che stia riutilizzando le cose che danneggiano il nostro ambiente, rendendole belle”.

(Visited 127 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago